venerdì 09 dicembre | 09:22
pubblicato il 02/mar/2013 12:00

Papa/ Lombardi:Ratiznger e Wojtyla hanno insegnato anche con vita

Benedetto XVI non ha avuto minor coraggio di Giovanni Paolo II

Papa/ Lombardi:Ratiznger e Wojtyla hanno insegnato anche con vita

Città del Vaticano, 2 mar. (askanews) - "Gli ultimi due giorni del Pontificato di Benedetto XVI rimarranno certamente scolpiti nella memoria di innumerevoli persone e segneranno una tappa importante, nuova e inedita, della storia della Chiesa in cammino. Per molti è stata quasi una scoperta dell'umanità e della spiritualità del Papa, per altri una conferma della sua umile e insieme altissima vita nella fede. Se Papa Wojtyla aveva dato con coraggio ammirevole davanti agli occhi del mondo la sua testimonianza di fede nella sofferenza della malattia, Papa Ratzinger con non minore coraggio ci ha dato la testimonianza dell'accettazione davanti a Dio dei limiti della vecchiaia e del discernimento sull'esercizio della responsabilità che Dio gli aveva affidato". Così il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, nell'editoriale settimanale su 'Radio vaticana'. "Ambedue ci hanno insegnato, non solo con il magistero, ma anche e forse ancor più efficacemente con la vita, che cosa vuol dire cercare e trovare ogni giorno la volontà di Dio per noi e per il nostro servizio, anche nelle situazioni più cruciali dell'esistenza umana", afferma Lombardi. "Come ci ha detto efficacemente lui stesso, la rinuncia del Papa non è in nessun modo un abbandono, né della missione ricevuta, né tantomeno dei fedeli. E' un continuare ad affidare a Dio la Sua Chiesa, nella sicura speranza che Egli continuerà a guidarla. Con umiltà e serenità Benedetto XVI afferma di aver 'cercato di fare' tutto il possibile per servire bene la Chiesa, una Chiesa che non è sua, ma di Dio e che per la continua opera dello Spirito 'vive, cresce e si risveglia nelle anime'. In questo senso il lascito di Papa Benedetto è oggi un invito alla preghiera e alla responsabilità per tutti. Anzitutto naturalmente per i cardinali a cui incombe il compito dell'elezione del Successore, ma anche e non meno per tutta la Chiesa, che deve accompagnare nella preghiera il discernimento degli elettori e dovrà accompagnare il nuovo Papa nel compito di annunciare efficacemente il Vangelo 'per il bene della Chiesa e dell'umanità', e di guidare la comunità ad una fedeltà sempre più grande allo stesso Vangelo di Cristo. Perché questo nessun Papa può farlo da solo. Lo faremo dunque anche noi con lui, e il 'Papa emerito' continuerà ad accompagnarci 'lavorando' per questo - sono le sue ultime parole pubbliche - 'con il suo cuore, con il suo amore, con la sua preghiera, con la sua riflessione'. Grazie, Papa Benedetto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina