sabato 21 gennaio | 05:43
pubblicato il 26/apr/2013 12:00

Papa/ L'interista Zanetti: Abbiamo parlato di calcio e bambini

Ieri l'udienza al connazionale raccontata sull''Osservatore'

Papa/ L'interista Zanetti: Abbiamo parlato di calcio e bambini

Città del Vaticano, 26 apr. (askanews) - Ma allora Papa Francesco tifa per l'Inter? Il capitano Javier Zanetti, argentino, bandiera del club nerazzurro, ha un attimo di esitazione. Poi se la cava con eleganza e una punta di diplomazia: "Ma no, il Papa tifa solo per un mondo migliore. E crede che ognuno di noi, anche attraverso lo sport, possa dare una mano a costruirlo". In un clima di grande cordialità e familiarità, il Pontefice si è intrattenuto per quasi un'ora nella sua residenza a Santa Marta in compagnia del giocatore dell'Inter, ieri pomeriggio, accompagnato dalla moglie e dai tre figli: Sol, di 7 anni, Ignacio, di 4 anni, e Tomas, che ha appena 11 mesi. "Da poco ha imparato a camminare - dice Zanetti all''Osservatore romano' - e durante l'incontro non ha fatto altro che andare da una parte all'altra della stanza. Tanto che alla fine il Papa gli messo una mano sulla testolina, quasi come se volesse fermarlo!". Con Papa Francesco il capitano dell'Inter non ha parlato solo di calcio. "Gli ho raccontato - riferisce al giornale vaticano - dei progetti che stiamo realizzando per i bambini argentini attraverso la fondazione Pupi e delle iniziative che Inter Campus porta avanti nel mondo per fare del calcio uno strumento educativo e di promozione sociale". Nata nel 2001 per iniziativa dello stesso Zanetti e di sua moglie Paula, la fondazione Pupi - acronimo di Por un piberio integrado (piberio è proprio la parola che indica i "pivelli") ma anche riferimento al soprannome calcistico del capitano nerazzurro - aiuta un migliaio tra bambini, ragazzi, madri e padri in condizioni di disagio materiale e fisico. Opera a Lanus, nel sud di Buenos Aires, promuovendo numerose attività nel campo della salute, dell'istruzione, dell'alimentazione, della formazione scolastica, della giustizia sociale. Un impegno che sta molto a cuore a Papa Francesco. Il quale ha mostrato particolare interesse per la sua iniziativa e ha assicurato il suo incoraggiamento. "Ci ha ripetuto - confida Zanetti - che migliorare il mondo è possibile, soprattutto quando si uniscono le forze. Non è semplice, ma si può fare. E noi, nel nostro piccolo, ci proviamo". Al Papa connazionale il calciatore argentino ha regalato la sua maglia numero 4, con la dedica e la firma autografa; la fascia gialla di capitano con le bandiere dell'Argentina e della Città del Vaticano, lo stemma papale e le iniziali di Bergoglio; una pubblicazione di Inter Campus, dedicatagli espressamente del presidente del club nerazzurro Massimo Moratti; una targa della fondazione, con la foto di alcuni dei bambini assistiti; un gagliardetto bianco e giallo su cui è riprodotto lo stemma pontificio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4