sabato 21 gennaio | 12:18
pubblicato il 20/mar/2013 12:00

Papa/ Fraternità con ortodossi, amicizia con le altre religioni

Con ebrei "vincolo specialissimo", cercatori di Dio "alleati"

Papa/ Fraternità con ortodossi, amicizia con le altre religioni

Città del Vaticano, 20 mar. (askanews) - Ribadisce la "ferma volontà di proseguire nel cammino del dialogo ecumenico" in vista di una unità dei cristiani la cui "piena realizzazione" ha visto "in qualche modo prefigurata" alla messa di avvio del Pontificato, presenziata - per la prima volta dallo scisma del 1054 - dal patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I. Sottolinea lo "specialissimo vincolo spirituale" con gli ebrei. Spiega che la Chiesa vuole promuovere "amicizia" e "rispetto" tra "uomini e donne di diverse tradizioni religiose", a partire dal rapporto con i musulmani. E non dimentica quegli uomini e donne che non si riconoscono "appartenenti ad alcuna tradizione religiosa" ma sono "preziosi alleati" della Chiesa perché sono "in ricerca della verità, della bontà e della bellezza di Dio". Il giorno dopo l'avvio del suo governo, Papa Francesco riceve in Vaticano gli esponenti delle altre confessioni cristiane e delle altre fedi. E traccia, con gli ormai consueti toni semplici, una impegnativa 'road map' del dialogo tra religioni. C'è già chi ipotizza uno storico viaggio del Pontefice romano a Mosca o - da lì viene il santo di cui porta il nome - il rilancio dello 'spirito di Assisi'. "Prima di tutto ringrazio di cuore quello che il mio Fratello Andrea ci ha detto. Grazie tante! Grazie tante!", afferma Bergoglio prima di iniziare a leggere il testo che ha preparato per l'occasione. L'apostolo Andrea, venerato nell'oriente ortodosso, era il fratello di Pietro, di cui il Papa è 265esimo successore. "Ieri mattina, durante la Santa messa, attraverso le vostre persone ho riconosciuto spiritualmente presenti le comunità che rappresentate. In questa manifestazione di fede mi è parso così di vivere in maniera ancor più pressante la preghiera per l'unità tra i credenti in Cristo e insieme di vederne in qualche modo prefigurata quella piena realizzazione, che dipende dal piano di Dio e dalla nostra leale collaborazione", prosegue il Papa. Che poi assicura, "sulla scia" dei predecessori, "la ferma volontà di proseguire nel cammino del dialogo ecumenico". In mattinata, oltre ad un intenso colloquio con Bartolomeo I, il Papa aveva ricevuto il 'ministro degli Esteri' del patriarcato di Mosca e di tutte le Russie, Hilarion.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4