lunedì 27 febbraio | 05:31
pubblicato il 11/feb/2013 12:48

Papa: card. Sodano, come un fulmine a ciel sereno

(ASCA) - Roma, 11 feb - ''Santita', amato e venerato successore di Pietro, come un fulmine a ciel sereno, ha risuonato in quest'aula il suo commosso messaggio. L'abbiamo ascoltato con senso di smarrimento, quasi del tutto increduli''. Cosi' il cardinale decano Angelo Sodano, al termine del Concistoro si e' rivolto al Papa.

''Nelle sue parole - si legge nel testo diffuso da Radiovaticana - abbiamo notato il grande affetto che sempre Ella ha portato per la Santa Chiesa di Dio, per questa Chiesa che tanto Ella ha amato. Ora permetta a me di dirle a nome di questo cenacolo apostolico, il collegio cardinalizio, a nome di questi suoi cari collaboratori, permetta che le dica che le siamo piu' che mai vicini, come lo siamo stati in questi luminosi 8 anni del suo pontificato. Il 19 aprile del 2005, se ben ricordo, al temine del Conclave, io le chiesi, con voce anche trepida da parte mia, 'Accetti la tua elezione canonica a Sommo Pontefice?', ed Ella non tardo', pur con trepidazione, a rispondere dicendo di accettare confidando nella grazia del Signore e nella materna intercessione di Maria, Madre della Chiesa. Come Maria, quel giorno Ella ha detto il suo 'Si' ed ha iniziato il suo luminoso pontificato nel solco della continuita', di quella continuita' di cui Ella tanto ci ha parlato nella storia della Chiesa, nel solco della continuita' coi suoi 265 predecessori sulla cattedra di Pietro, nel corso di 2mila anni di storia, dall'apostolo Pietro, l'umile pescatore di Galilea, fino ai grandi papi del secolo scorso, da San Pio X al beato Giovanni Paolo II. Santo Padre, prima del 28 febbraio, come lei ha detto, giorno in cui desidera mettere la parola fine a questo suo servizio pontificale fatto con tanto amore, con tanta umilta', prima del 28 febbraio, avremo modo di esprimerle meglio i nostri sentimenti. Cosi' faranno tanti pastori e fedeli sparsi per il mondo, cosi' faranno tanti uomini di buona volonta', insieme alle autorita' di tanti Paesi. Poi ancora in questo mese avremo la gioia di sentire la sua voce di pastore, gia' mercoledi' nella giornata delle Ceneri, poi giovedi' col clero di Roma, negli Angelus di queste domeniche, nelle udienze del mercoledi'. Ci saranno quindi tante occasioni ancora di sentire la sua voce paterna. La sua missione pero' continuera'. Ella ha detto che ci sara' sempre vicino con la sua testimonianza e con la sua preghiera. Certo, le stelle nel cielo continuano sempre a brillare e cosi' brillera' sempre in mezzo a noi la stella del suo pontificato. Le siamo vicini, Padre Santo, e ci benedica.

red/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech