lunedì 16 gennaio | 11:54
pubblicato il 06/feb/2013 12:16

Papa: Bibbia non manuale di scienze naturali ma di verita' fondamentali

Papa: Bibbia non manuale di scienze naturali ma di verita' fondamentali

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 6 feb - Inoltrarsi nella lettura della Bibbia, soprattutto nella parte che descrive la creazione del mondo e dell'uomo, non significa inoltrarsi in una lettura di scienze naturali ma scoprire le radici delle verita' fondanentali, quelle che dall'amore e dal peccato portano a Dio e al suo Figlio Gesu' Cristo. Questa la traccia nella lunga catechesi che stamane papa Benedetto XVI ha proposto ai circa cinquemila fedeli riuniti nell'Aula Paolo VI in Vaticano per l'udienza generale.

Papa Ratzinger si e' subito chiesto se ''ha senso, nell'epoca della scienza e della tecnica, parlare ancora di creazione'' e come dobbiamo comprendere le narrazioni della Genesi. ''La Bibbia - e' stata la sua risposta - non vuole essere un manuale di scienze naturali ma vuole, invece, far comprendere la verita' autentica e profonda delle cose''.

''La verita' fondamentale che i racconti della Genesi ci svelano - ha aggiunto il papa - e' che il mondo non e' un insieme di forze tra loro contrastanti, ma ha la sua origine e la sua stabilita' nel Logos, nella Ragione eterna di Dio, che continua a sorreggere l'universo''. I racconti della creazione nel Libro della Genesi, introducono l'uomo in un ''misterioso ambito'', aiutandolo ''a conoscere il progetto di Dio sull'uomo. Anzitutto - ricorda il pontefice - affermano che Dio formo' l'uomo con la polvere della terra. Questo significa che non siamo Dio, non ci siamo fatti da soli, siamo terra; ma significa anche che veniamo dalla terra buona, per opera del Creatore buono''. A questo si aggiunge un'altra realta' fondamentale indicata nella sua catechesi da papa Benedetto XVI: ''tutti gli esseri umani sono polvere, al di la' delle distinzioni operate dalla cultura e dalla storia, al di la' di ogni differenza sociale; siamo un'unica umanita' plasmata con l'unica terra di Dio''.

Per questo, ''andando contro il suo Creatore, in realta' l'uomo va contro se stesso, rinnega la sua origine e dunque la sua verita'; e il male entra nel mondo, con la sua penosa catena di dolore e di morte''. gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Governo
Alfano: elezioni? Avanti finchè c'è carburante, senza psicodrammi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Il prototipo della nuova Civic Type R debutta al Salone di Tokyo
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Lifestyle
Superenalotto, sabato jackpot a 74,7 milioni di euro
Scienza e Innovazione
Spazio, prima passeggiata spaziale per il francese Thomas Pesquet
TechnoFun
Arriva Switch, la nuova console trasformista di Nintendo
Sistema Trasporti
Metro C, online il nuovo portale sull'opera con diretta sui lavori