venerdì 24 febbraio | 18:26
pubblicato il 08/ago/2014 19:37

Papa ancora su Twitter per pregare per iracheni privi di tutto

Terzo tweet odierno secondo strategia comunicativa Santa Sede (ASCA) - Citta' del Vaticano, 8 ago 2014 - "Signore, ti preghiamo di sostenere coloro che in Iraq sono privati di tutto". Cosi' Papa Francesco su Twitter con l'hastag #PrayForPeace.

E' il terzo tweet dedicato oggi da Jorge Mario Bergoglio alla emergenza irachena. Come ha spiegato ai microfoni di Radio vaticana il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, la Santa Sede "cerca di sostenere questo clima di preghiera, di mobilitazione spirituale e di solidarieta'. Uno degli strumenti con cui questo e' stato fatto anche in altre occasioni - e verra' fatto anche in questa occasione - e' l'intensificare e dedicare la diffusione dei tweet del Papa proprio su questo tema, in modo tale da creare un'atmosfera che, in modo continuo, accompagni con partecipazione questa situazione, ricordi i problemi che sono in atto e inviti tutti a pregare e a fare tutto quello il possibile per manifestare la loro solidarieta'".

Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech