domenica 04 dicembre | 03:15
pubblicato il 24/set/2016 17:05

Papa alle vittime di Nizza: non rispondere all'odio con l'odio

"Prego Dio per tutti i feriti e le persone atrocemente mutilate"

Papa alle vittime di Nizza: non rispondere all'odio con l'odio

Città del Vaticano (askanews) - "Quando la tentazione di rispondere all odio con l odio e alla violenza con la violenza è grande, un autentica conversione del cuore è necessaria. Si può rispondere agli assalti del demonio solo con le opere di Dio che sono perdono, amore e rispetto del prossimo". Così Papa Francesco, che sabato 24 settembre ha ricevuto alcune vittime dell attentato di Nizza avvenuto il 14 luglio 2016 sulla Promenade des Anglais, quando un camion è piombato sulla folla uccidendo 84 persone, tra cui 6 italiane.

"Il dramma che ha conosciuto la città di Nizza ha suscitato dappertutto significativi gesti di solidarietà e di accompagnamento - ha detto il pontefice - mi rallegro di vedere che tra voi le relazioni interreligiose sono molto vive, e questo non può che contribuire ad alleviare le ferite di questi drammatici avvenimenti".

(Immagini Afp)

Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari