martedì 21 febbraio | 22:39
pubblicato il 23/mag/2013 12:00

Papa a vescovi Italia: Non siate funzionari e chierici di Stato

Mancata vigilanza seduce pastore con carriera, soldi, compromessi

Papa a vescovi Italia: Non siate funzionari e chierici di Stato

Città del Vaticano, 23 mag. (askanews) - La "mancata vigilanza" "rende tiepido il Pastore", "lo seduce con la prospettiva della carriera, la lusinga del denaro e i compromessi con lo spirito del mondo", "lo impigrisce, trasformandolo in un funzionario, un chierico di stato preoccupato più di sé, dell'organizzazione e delle strutture, che del vero bene del Popolo di Dio". Così Papa Francesco nella meditazione pronunciata questo pomeriggio a San Pietro ai vescovi italiani riuniti in questi giorni in assemblea generale. "Anche l'amore più grande quando non è continuamente alimentato, si affievolisce e si spegne", ha detto Bergoglio presiedendo nella basilica vaticana la solenne 'professione di fede' dell'episcopato italiano riunito nella 65ma assemblea generale. "Non per nulla - ha proseguito il Papa - l'Apostolo Paolo ammonisce (negli Atti degli apostoli, ndr.): 'Vegliate su voi stessi e su tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti come custodi per essere pastori della Chiesa di Dio, che si è acquistata con il sangue del proprio Figlio'. La mancata vigilanza - lo sappiamo - rende tiepido il Pastore; lo fa distratto, dimentico e persino insofferente; lo seduce con la prospettiva della carriera, la lusinga del denaro e i compromessi con lo spirito del mondo; lo impigrisce, trasformandolo in un funzionario, un chierico di stato preoccupato più di sé, dell'organizzazione e delle strutture, che del vero bene del Popolo di Dio. Si corre il rischio, allora, come l'Apostolo Pietro, di rinnegare il Signore, anche se formalmente ci si presenta e si parla in suo nome; si offusca la santità della Madre Chiesa gerarchica, rendendola meno feconda". L'espressione usata dal Papa non è nuova per Jorge Mario Bergoglio, che, ad esempio, da arcivescovo di Buenos Aires, nel 2008 pronunciò un discorso ad un incontro di sacerdoti a Villa Cura Brochero (Cordoba) nel quale, presentando il "messaggio di Aparecida ai sacerdoti", affermò: "El sacerdote debe ser un pastor de pueblo y no un clérigo de Estado".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Campidoglio
Grillo: ammetto le colpe a Roma, ma andiamo avanti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia