domenica 26 febbraio | 07:10
pubblicato il 14/ago/2014 11:59

Papa a vescovi Corea: non ridurre aiuto poveri a assistenzialismo

"No a efficaci modelli di gestione tratti dal mondo degli affari" (ASCA) - Roma, 14 ago 2014 - Papa Francesco ha messo in guardia i vescovi sudcoreani, incontrati nella sede della conferenza episcopale nel secondo e ultimo incontro della prima giornata a Seoul, dal rischio di "ridurre il nostro impegno con i bisognosi alla sola dimensione assistenziale".

Jorge Mario Bergoglio ha svolto il suo discorso ai presuli attorno alla raccomandazione ad essere "custodi del gregge" e, in particolare, "custodi della speranza": "Oltre ad essere custodi della memoria, cari fratelli - ha detto Bergoglio dopo aver ricordato la testimonianza dei primi martiri coreani - voi siete anche chiamati ad essere custodi della speranza": "E' questa speranza che siamo invitati a proclamare ad un mondo che, malgrado la sua prosperita' materiale, cerca qualcosa di piu', qualcosa di piu' grande, qualcosa di autentico e che da' pienezza".

(segue) Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech