lunedì 05 dicembre | 16:20
pubblicato il 10/mag/2014 12:00

Papa a incontro scuole cita don Milani: imparare a imparare

Promosso dalla Cei in piazza San Pietro e intitolato "We care"

Papa a incontro scuole cita don Milani: imparare a imparare

Città del Vaticano, 10 mag. (askanews) - "Amo la scuola perché è sinonimo di apertura alla realtà. Almeno così dovrebbe essere!". Così Papa Francesco all'incontro in piazza San Pietro con le scuole italiane promosso dalla Cei e intitolato "We care". "Non sempre lo è, e allora vuol dire che bisogna cambiare un po' l'impostazione. Non abbiamo diritto ad avere paura della realtà. Andare a scuola significa aprire la mente e il cuore alla realtà, nella ricchezza dei suoi aspetti, delle sue dimensioni. Questo è bellissimo! Nei primi anni si impara a 360 gradi, poi piano piano si approfondisce un indirizzo e infine ci si specializza. Ma se uno ha imparato a imparare, è questo il segreto, questo gli rimane per sempre, rimane una persona aperta alla realtà! Questo - ha sottolineato Bergoglio tra gli applausi - lo insegnava anche un grande educatore italiano, che era un prete: Don Lorenzo Milani". In piazza San Pietro in precedenza era stata letta una lettera di Don Milani. "Gli insegnanti - ha aggiunto il Papa - sono i primi che devono rimanere aperti alla realtà. Ho sentito le testimonianze dei vostri insegnanti, sentirli tanto aperti alla realtà. Con la mente sempre aperta a imparare! Perché se un insegnante non è aperto a imparare, non è un buon insegnante, e non è nemmeno interessante. I ragazzi capiscono, hanno 'fiuto', e sono attratti dai professori che hanno un pensiero aperto, 'incompiuto', che cercano un 'di più', e così contagiano questo atteggiamento agli studenti. Questo è uno dei motivi per cui amo la scuola". "Ho un'immagine", aveva detto inizialmente il Papa parlando a braccio: "Ho sentito qui che non si cresce da solo. Ho l'immagine del mio primo insegnante, donna, maestra che mi ha preso a sei anni al primo livello nella scuola. Mai ho potuto dimenticarla, mi ha fatto amare la scuola. E poi sono andato a trovarla per tutta la vita, fino al momento in cui è mancata a 98 anni. Amo la scuola perché quella donna mi ha insegnato a amarla".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari