martedì 28 febbraio | 03:23
pubblicato il 16/mar/2012 21:00

Papa/ A Cuba probabile incontro Fidel, ma era Wojtyla è lontana

Card. Ortega: Visita è climax di primavera della Chiesa

Papa/ A Cuba probabile incontro Fidel, ma era Wojtyla è lontana

Città del Vaticano, 16 mar. (askanews) - Incontrerà molto probabilmente Fidel Castro, Papa Benedetto XVI, nel corso del viaggio che il Papa compirà a Cuba dal 26 al 28 marzo, come fece nel 1998 Giovanni Paolo II. L'era del suo predecessore, però, è molto distante. L'incontro è "una cosa possibile", detto il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, in un briefing con i giornalisti. "E' un'eventualità, è una cosa possibile. Non è nel programma, non è certo se e quando questo incontro avverrà, ma se (Fidel Castro, ndr.) desidererà incontrare il Santo Padre, il Santo Padre sarà disponibile". La situazione è molto diversa, però, da quella di Wojtyla. Non solo perché all'epoca il 'lider maximo' non aveva ancora passato il potere al fratello Raul, che riceverà Benedetto XVI a Cuba. "Le differenze - spiega Mauro Castagnaro sul mensile dei gesuiti 'Popoli' - riguardano prima di tutto le relazioni tra la Chiesa locale e il governo, migliorate in questi ultimi 14 anni fino a culminare nell'inedita mediazione svolta dal cardinale Jaime Ortega y Alamino, arcivescovo dell'Avana, e dal presidente della Conferenza dei vescovi cattolici di Cuba (Cocc), monsignor Dioniso Garcia, ordinario di Santiago de Cuba, per la liberazione di 126 detenuti, tra cui tutti quelli considerati 'prigionieri di opinione' da Amnesty International. Ad essi si sono aggiunti i quasi 3mila destinatari dell'indulto, deciso dal governo su richiesta delle Chiese cattolica e protestanti, anche in vista dell'arrivo del papa. Questo esito viene, in gran parte, ascritto dagli osservatori alla strategia di rapporti con le autorità così sintetizzata dal primate cubano: 'La via è il dialogo, con la pressione non si arriva da nessuna parte'". La visita del Papa, ha detto di recente lo stesso Ortega, rappresenterà "una sorta di culmine, di climax" della "primavera della Chiesa" in corso nell'isola caraibica. (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech