lunedì 27 febbraio | 11:06
pubblicato il 21/gen/2016 10:39

P.A., Renzi: ora è obbligo licenziare i furbetti del cartellino

A Brunetta a Cgil dico: sinora dirigente poteva scegliere

P.A., Renzi: ora è obbligo licenziare i furbetti del cartellino

Roma, 21 gen. (askanews) - Sinora è stata solo una "possibilità". Da ora in poi il dirigente avrà l'obbligo di licenziare i "furbetti del cartellino". E' quanto ha tenuto a sottolineare il premier Matteo Renzi, il quale, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, ha polemizzato con il capogruppo di Forza Italia, Renato Brunetta, e con la Cgil che dicono che "le norme ci sono già": con i decreti varati stanotte il governo introduce una "norma semplice: se ti becco ti mando a casa entro 48 ore" e se il dirigente non lo licenzierà, andrà a casa il dirigente, ha precisato.

"Noi diciamo al dirigente: se non la licenzi tu licenziamo te". Renzi ha affermato che ci saranno "tutte le procedure e le garazie" ma "cose come quelle accadute a Sanremo come chi timbra il cartellino in mutande" non dovranno più accadere.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech