martedì 06 dicembre | 06:43
pubblicato il 30/ott/2013 13:22

P.A.: monitoraggio Ifel-Anci, Comuni hanno pagato 82,6% debiti

(ASCA) - Roma, 30 ott - Il decreto legge 35 del 2013 ha escluso dai vincoli del Patto di Stabilita' Interno 2013 degli Enti locali i pagamenti dei debiti di parte capitale certi, liquidi ed esigibili al 31/12/2012 per un importo complessivo di 5.000 milioni di euro. Di questi 5.000 milioni di euro di spazi finanziari di Patto sono stati assegnati ai Comuni complessivamente 3.832 milioni di euro. Per verificare l'andamento dei pagamenti esclusi dal Patto di Stabilita' Interno dal decreto legge 35 del 2013 Ifel realizza un monitoraggio, sottoponendo un breve questionario agli enti interessati dal decreto. A Settembre 2013 sono stati intervistati 114 Comuni ai quali sono stati attribuiti spazi finanziari di Patto per un valore di 1.455 milioni di euro, pari al 38% degli spazi complessivamente assegnati in favore dei Comuni dal decreto legge 35 del 2013. Dei 1.455 milioni di euro di spazi di Patto assegnati agli enti intervistati, risultano pagati 1.202 milioni di euro, con una percentuale di pagamento quindi del 82,6%.

Si evidenzia che il valore assoluto dei pagamenti rilevati si riferisce ai soli Comuni intervistati e non all'universo dei Comuni.

Il 37,7% del Comuni che ha risposto al monitoraggio dell'Ifel ha pagato il 100% degli spazi concessi con il decreto legge 35 del 2013.

Per quanto riguarda invece i pagamenti realizzati a valere sulle anticipazioni di liquidita' concesse dalla Cassa Depositi e Prestiti per i pagamenti dei debiti delle Pubbliche Amministrazioni (decreto legge 35/2013 art.1 comma 13) dall'ultimo comunicato del MEF emerge che su 1.571 milioni di euro messi a disposizione dei Comuni nel 2013 risultano ad oggi pagati ai creditori 1.494 milioni, con una percentuale del 95%.

Si ricorda che una quota dei pagamenti a valere sugli spazi finanziari esclusi dal Patto di Stabilita' Interno e una quota dei pagamenti a valere sulle anticipazioni di liquidita' della Cassa Depositi e Prestiti possono coincidere poiche' queste ultime sono state messe a disposizione anche per realizzare i pagamenti esclusi dal Patto di Stabilita' Interno dal decreto legge 35 del 2013.

Tra pochi giorni sara' disponibile un nuovo aggiornamento del monitoraggio IFEL che coinvolge oltre 1.000 Enti.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari