sabato 10 dicembre | 23:46
pubblicato il 06/apr/2013 16:26

P.A.: Fassina, per ora il giudizio positivo, poi entreremo nel merito

P.A.: Fassina, per ora il giudizio positivo, poi entreremo nel merito

(ASCA) - Roma, 6 apr - ''Dalle parole di Monti si deduce che c'e' un decisivo passo avanti verso i pagamenti. Finalmente si e' fatto un intervento che da' ossigeno alle imprese, poi dovremo fare accertamenti che quegli elementi di semplicita' ci siano effettivamente. Qualche problema potrebbe esserci sui debiti delle Regioni. Per ora valutiamo positivamente il decreto, successivamente entreremo nel merito dei singoli punti''. E' il parere espresso in diretta a Tgcom24 dal responsabile economico del Pd Stefano Fassina dopo l'approvazione del decreto per il pagamento dei creditori dello Stato. Sul nodo del numero delle imprese da risarcire, Fassina aggiunge: ''Tra i criteri che la Banca d'Italia utilizza per il censimento c'e' la soglia dei 20 dipendenti e non si tiene conto dei crediti di quelle imprese che ne hanno meno.

Tuttavia, il decreto si occupera' di tutte le imprese, assolutamente''.

com-ceg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina