domenica 04 dicembre | 15:57
pubblicato il 03/apr/2013 18:08

P.A.: Delrio, decreto entro lunedi' e subito 7 mld per le imprese

(ASCA) - Roma, 3 apr - ''Il governo ci ha garantito che entro il fine settimana, al massimo lunedi', il decreto sui pagamenti sara' fatto e che ci saranno subito 7 miliardi disponibili per le imprese. E' un passo molto rilevante che ci soddisfa e che va nella direzione da noi auspicata''. Lo ha annunciato il presidente dell'Anci, Graziano Delrio, al termine dell'incontro che una delegazione di sindaci ha avuto oggi pomeriggio a Palazzo Chigi con rappresentanti del governo, per discutere, oltre al decreto sui pagamenti alle imprese, le questioni della Tares, dell'Imu e del patto di stabilita'.

Delrio ha spiegato che ''una parte di queste risorse subito a disposizione servira' a cofinanziare i progetti comunitari''.

''Siamo molto felici per questo risultato, anche se adesso di tratta di definire meglio alcuni aspetti tecnici. Ma comunque la giornata di oggi possiamo considerarla storica perche' e' una vittoria delle imprese, dei sindacati e dei sindaci'', ha sottolineato Delrio.

Rus/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari