mercoledì 07 dicembre | 18:01
pubblicato il 24/feb/2015 20:38

Orlando: responsabilità civile non è intimidazione per toghe

Testo tutela i cittadini e l'indipendenza dei giudici

Orlando: responsabilità civile non è intimidazione per toghe

Roma, 24 feb. (askanews) - "Rifiuto che le leggi vengano sventolate come ipotesi di intimidazione". Lo ha dichiarato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, in Aula alla Camera dove si sta votando la proposta di legge sulla responsabilità civile dei magistrati.

Orlando ha risposto a una serie di interventi dei deputati del M5s spiegando che il provvedimento, oltre a tradurre un'indacazione europea, "evita che i cittadini non siano risarciti tutelando l'indipendenza della magistratura". Quindi il ministro ha sottolineato che "non è conveniente per i magistrati che lo Stato paghi e il giudice sia sempre esentato dalle sue responsabilità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni