sabato 21 gennaio | 21:05
pubblicato il 24/feb/2015 20:38

Orlando: responsabilità civile non è intimidazione per toghe

Testo tutela i cittadini e l'indipendenza dei giudici

Orlando: responsabilità civile non è intimidazione per toghe

Roma, 24 feb. (askanews) - "Rifiuto che le leggi vengano sventolate come ipotesi di intimidazione". Lo ha dichiarato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, in Aula alla Camera dove si sta votando la proposta di legge sulla responsabilità civile dei magistrati.

Orlando ha risposto a una serie di interventi dei deputati del M5s spiegando che il provvedimento, oltre a tradurre un'indacazione europea, "evita che i cittadini non siano risarciti tutelando l'indipendenza della magistratura". Quindi il ministro ha sottolineato che "non è conveniente per i magistrati che lo Stato paghi e il giudice sia sempre esentato dalle sue responsabilità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4