domenica 04 dicembre | 01:02
pubblicato il 08/ago/2016 14:23

Opposizioni incalzano: Renzi indichi subito la data del referendum

M5s: stanchi di ladri democrazia. Sinistra: governo ci consulti

Opposizioni incalzano: Renzi indichi subito la data del referendum

Roma, 8 ago. (askanews) - Dopo il via libera della Cassazione al referendum sulla riforma costituzionali le opposizioni incalzano: ora il governo indichi subito la data del voto.

"Ora che la Corte di Cassazione - dicono i parlamentari M5s - si è pronunciata Renzi deve smetterla di prendere in giro i cittadini italiani e indicare immediatamente la data in cui si andrà a votare per il referendum costituzionale. Ogni altro vergognoso tentativo di rimandare il voto alle calende greche, oltre a quelli messi in atto fino ad ora, rappresenterebbe una grave violazione delle regole democratiche e una mancanza di rispetto nei confronti di tutti i cittadini italiani". "Siamo stanchi - attaccano ancora l'esponenti 5 stelle - dei soprusi della casta e dei ladri di democrazia che, con lo stravolgimento dei principi fondamentali sanciti dalla riforma costituzionale voluta dal trio Renzi-Boschi-Verdini e con i loro giochini di palazzo, cercano di erodere il cardine della sovranità popolare. L'esecutivo la smetta con questa condotta antidemocratica altrimenti porremo in essere tutte le iniziative democratiche a nostra disposizione affinché i cittadini possano esprimersi al più presto su un tema così delicato e importante come questo. Abbiamo compreso che Renzi, il quale prima affermava che il referendum si sarebbe svolto il 2 ottobre, vuole far votare gli italiani solo quando avrà in mano sondaggi positivi, ma si è superato ampiamente il limite ".

Stessa sollecitazione dal presidente dei deputati di Fi Renato Brunetta: "Ora governo Renzi indichi subito data voto. Stop scuse/trucchetti", ha scritto su Twitter.

Arturo Scotto, capogruppo dei deputati di Sinistra Italiana, chiede che siano consultate le opposizioni per decidere la data del referendum. "Sarei curioso di capire quando si celebrerà. Su questo terreno continuo a pensare che il governo non possa cantarsela e suonarsela da solo. Occorre - conclude - un gesto di responsabilità politica e consultare le opposizioni sulla data che non può essere manovrata a piacimento dell'esecutivo".

Il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, sempre in un tweet, ha scritto: "Vediamo se anche stavolta Renzi riesce a piazzare il voto nel bel mezzo di un ponte".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari