giovedì 08 dicembre | 01:40
pubblicato il 28/mar/2011 21:30

Onu/ Napolitano incontra Ban:Maggiore rappresentanza per l'Italia

'No a una soluzione qualsiasi' per la crisi in Libia

Onu/ Napolitano incontra Ban:Maggiore rappresentanza per l'Italia

New York, 28 mar. (askanews) - "Grande apprezzamento per il costante impegno dell'Italia alle Nazioni Unite": così il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha riassunto la densa mattinata di impegni e colloqui alle Nazioni Unite, dal discorso in apertura della sessione odierna dell'Assemblea Generale all'incontro con il segretario generale Ban Ki-moon. La giornata ufficiale del capo dello stato a New York, seconda del viaggio che termina domani, si è chiusa con la visita alla sede della rappresentanza italiana all'Onu. Dove il presidente, riassumendo l'incontro avuto con Ban, ha ricordato appunto gli elogi del segretario generale per gli sforzi dell'Italia in ambito Onu. A Ban, ha spiegato Napolitano al personale della rappresentanza riunito, "mi sono permesso di dire che questo impegno deve essere riflesso in una maggiore rappresentanza italiana nel quadro di comando delle Nazioni Unite". Presentato dall'ambasciatore all'Onu Cesare Maria Ragaglini, il capo dello Stato ha ripreso quello che aveva detto di fronte all'assemblea generale sulla situazione in Libia, dove "siamo impegnati in una situazione molto impegnativa e molto delicata", pur con la piena legittimità internazionale derivante dalla risoluzione 1973 del Consiglio di sicurezza. Il presidente ha ribadito il no dell'Italia a "una soluzione qualsiasi che chiuda la vicenda"; piuttosto serve "una soluzione che risponda allo spirito del nostro tempo", cioè che rispetti i diritti umani e apra allo sviluppo democratico. Dopo aver lodato nel discorso all'assemblea la straegia "innovativa ed ampio raggio" dell'Unione Europea rispetto alle crisi mediteranee, Napolitano ha scelto l'ambiente più ristretto della rappresentanza italiana per precisare che si può fare meglio. "Non siamo soddisfatti dello stato della politica estera e di sicurezza comune" della Ue, ha detto il capo dello stato, "che è ancora troppo esitante".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni