lunedì 05 dicembre | 03:31
pubblicato il 19/set/2013 12:00

Omofobia/ Primo via libera alla Camera, maggioranza divisa

228 i sì e 57 i no. Testo ora passa al Senato

Omofobia/ Primo via libera alla Camera, maggioranza divisa

Roma, 19 set. (askanews) - Primo via libera alla Camera alla legge contro l'omofobia. L'aula di Montecitorio ha approvato il provvedimento a scrutinio segreto: 228 i voti a favore (Pd, Sc e Psi), 57 quelli contrari (Lega, FdI e molti Pdl), 108 astensioni (Sel e M5S). I deputati 5 Stelle prima del voto sono stati protagonisti di una protesta in aula, baciandosi e alzando cartelli con su scritto 'Più diritti'. Sul testo che ora passa al Senato la maggioranza si è divisa, con il Pdl che si è opposto all'aggravante introdotta per i reati "fondati sull'omofobia o transfobia". La norma approvata stabilisce anche che "non costituiscono discriminazione, nè istigazione alla discriminazione, la libera espressione e manifestazione di convincimenti od opinioni riconducibili al pluralismo delle idee, purchè non istighino all'odio o alla violenza, nè le condotte conformi al diritto vigente".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari