domenica 04 dicembre | 07:18
pubblicato il 17/dic/2013 16:10

Omofobia: Lo Giudice (Pd), seconda emergenza dopo razzismo

Omofobia: Lo Giudice (Pd), seconda emergenza dopo razzismo

(ASCA) - Roma, 17 dic - ''L'omofobia e' seconda solo al razzismo come motivo di atti di discriminazione o di crimini d'odio in Italia. E' questo l'elemento principale che emerge dai dati forniti alla Commissione Giustizia del Senato, in occasione della discussione sul disegno di legge contro l'omofobia e la transfobia, dall'OSCAD, l'Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori istituito presso il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell'Interno''. Lo rende noto Sergio Lo Giudice, senatore del Partito Democratico e componente della commissione Giustizia.

''Al 10 dicembre 2013, sono pervenute all'OSCAD 611 segnalazioni - spiega -: 253 riguardano atti discriminatori costituenti reato. Tra queste, il 57% e' motivato dalla razza/etnia, , il 27% dall'orientamento sessuale , l'11% dal credo religioso, il 2% da disabilita'. L'omofobia e la transfobia sono dunque il secondo fenomeno discriminatorio del paese subito dopo gli episodi di razzismo. Delle 83 segnalazioni riguardanti l'orientamento sessuale, il 42,17 % attiene a offese (ingiurie/diffamazioni), il 39,76 % riguarda aggressioni/lesioni, il 6,02 % istigazione alla violenza omofoba, il 4,82% danneggiamenti, il 4,82% casi di suicidio, il 2,41% minacce''. ''I dati forniti sono quelli relativi alle segnalazioni ricevute dato che come precisa lo stesso OSCAD, in assenza di una specifica norma antidiscriminatoria relativa all'orientamento sessuale una denuncia di reato presentata alle forze di polizia viene registrata come reato generico rendendo non misurabile da quel punto di vista il fenomeno dell'omofobia e della transfobia'' aggiunge Lo Giudice. ''Questo rende ancora piu' urgente l'approvazione di una legge che consentirebbe l'emersione di quei dati: solo cosi' sara' possibile pianificare una seria azione di contrasto alla discriminazione omofobica e transfobica sul piano sociale e culturale'' conclude il senatoe Pd.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari