martedì 21 febbraio | 13:40
pubblicato il 17/mag/2013 15:33

Omofobia: Ferranti (Pd), serve subito una legge

Omofobia: Ferranti (Pd), serve subito una legge

(ASCA) - Roma, 17 mag - ''Uno Stato moderno e democratico tutela i diritti delle persone a prescindere dall'orientamento sessuale. Come rilevato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo, dobbiamo arginare i fenomeni di discriminazione sessuale e di omofobia, intervenendo rapidamente con leggi precise. Dobbiamo allinearci alla legislazione di molti Paesi europei che su questo tema sono avanti rispetto a noi. Nel prossimo Ufficio di presidenza sottoporro' ai componenti questa priorita'. Nella scorsa legislatura per ben due volte il disegno di legge e' stato bloccato in aula, adesso occorrono tempi rapidi. Giornate come questa - aggiunge - ci dimostrano che il nostro Paese e' pronto ad affermare e difendere questi diritti''. Lo ha dichiarato la presidente della commissione Giustizia della Camera Donatella Ferranti, Pd, partecipando alla celebrazione della Giornata mondiale contro l'omofobia a Palazzo della Minerva a Roma.

com-gar/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia