domenica 22 gennaio | 06:54
pubblicato il 03/nov/2015 17:13

Ok unanime Camera a mozione che impegna a Carta diritti internet

Governo dovrà promuoverne varo in sede nazionale e internazionale

Ok unanime Camera a mozione che impegna a Carta diritti internet

Roma, 3 nov. (askanews) - La Camera ha approvato all'unanimità una mozione una mozione che promuove la Dichiarazione dei diritti in Internet, impegnando il governo "ad attivare ogni utile iniziativa per la promozione e l'adozione a livello nazionale, europeo e internazionale dei princìpi contenuti nella Dichiarazione adottata il 28 luglio 2015 dalla commissione per i diritti e i doveri in Internet istituita presso la Camera dei deputati" e "a promuovere un percorso che porti alla costituzione della comunità italiana per la governance della rete definendo compiti e obiettivi in una logica multistakeholde". Nella mozione, sottoscritta da gruppi parlamentari di maggioranza e di opposizione, Internet viene definito "strumento imprescindibile per promuovere la partecipazione individuale e collettiva ai processi democratici e l'eguaglianza sostanziale".

"Con questa Dichiarazione e con la mozione oggi approvata il Parlamento italiano - ha segnalato Montecitorio in una nota- vuole fornire un contributo concreto in sede nazionale e internazionale per la diffusione di una vera e propria Carta dei diritti delle persone nell'età digitale".

La Dichiarazione è stata approvata il 28 luglio 2015 da una Commissione di studio ad hoc promossa dalla Presidenza della Camera - composta da deputati attivi sui temi dell'innovazione tecnologica, studiosi ed esperti, operatori del settore e rappresentanti di associazioni - dopo una serie di audizioni e la prima consultazione pubblica della Camera, che ha visto la partecipazione attiva di oltre diecimila utenti con centinaia di commenti e proposte sulla piattaforma online camera.civi.ci. I diritti di cui parla la Dichiarazione sono quelli alla neutralità della rete, al libero accesso, alla riservatezza dei dati, all'abolizione di ogni divario digitale e all'educazione ad un uso consapevole di Internet.

La mozione viene approvata dall'aula alla vigilia dell'IGF (Internet Governance Forum), il vertice annuale mondiale sui temi di Internet che quest'anno si terrà in Brasile, a Joao Pessoa, dal prossimo 9 al 13 novembre, e dove la stessa Dichiarazione verrà presentata alla comunità internazionale. La Commissione di studio della Camera ha inoltre approvato una Dichiarazione congiunta con la Commissione dell'Assemblea nazionale francese in cui si afferma, a livello internazionale, il concetto di internet quale bene comune mondiale.Tutto il lavoro della commissione è a disposizione sul sito della Camera.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4