domenica 22 gennaio | 09:14
pubblicato il 19/mag/2015 12:54

Nuovo passo fuoriuscita Fitto, nasce "Conservatori e riformisti"

Costituita un'associazione. I gruppi? "Ora ultimo dei problemi"

Nuovo passo fuoriuscita Fitto, nasce "Conservatori e riformisti"

Roma, 19 mag. (askanews) - Per ora è un'associazione e si chiama "Conservatori e riformisti". Presto si trasformerà in gruppi parlamentari, ma questo ora "è l'ultimo dei problemi" e, con ogni probabilità, bisognerà aspettare dopo le Regionali. Raffaele Fitto compie un nuovo passo del percorso che lo ha portato fuori da Forza Italia. E lo fa in una conferenza stampa in cui ribadisce come un mantra che la sua iniziativa "non è rancorosa" verso nessuno. "Noi vogliamo andare oltre le polemiche, vogliamo - spiega - mettere in campo il coraggio delle idee".

L'associazione si rifà esplicitamente al modello dei conservatori inglesi e in Europa si richiama al gruppo Ecr dei Conservatori e Riformisti europei. "Noi - spiega - non stiamo nè con la Merkel, nè con la Le Pen". "Dobbiamo avere il coraggio di guardare al futuro ed è necessario dare rappresentanza a una larga fetta di cittadini mettendo in campo un centrodestra che sia attento al confronto sui contenuti e le regole. Tra Salvini e Renzi c'è uno spazio molto ampio da riempire".

Nessuna polemica con Berlusconi, dunque, ma Raffaele Fitto ci tiene a ribadire che per quanto lo riguarda quello di Forza Italia "è un capitolo chiuso". "Basta - aggiunge l'eurodeputato - continuare con una sterile polemica, non ho mai offeso nessuno, ho solamente posto questioni politiche sulle regole e sui contenuti".

Ed è proprio intorno a regole e contenuti che dice di voler costruire questo progetto, un progetto che ha il proprio perno nell'idea di primarie. "Il nostro obiettivo, se ci saranno le elezioni politiche nel 2018, è che il centrodestra - spiega - si organizzi per celebrare delle primarie, sui contenuti e sulla scelta di uomini", dunque anche del candidato premier.

In calendario ci sono già due appuntamenti: il 21-23 maggio una delegazione dell'associazione prenderà parte all'assemblea dei Conservatori e riformisti europei in programma in Gran Bretagna, mentre per il 26 maggio è in agenda un convegno a Roma al quale parteciperanno il capogruppo e il vicecapogruppo dell'Ecr al Parlamento Europeo.

Quanto alla formazione dei gruppi, nonostante le insistenze dei giornalisti, Fitto preferisce non dare né date né cifre. "Ora è l'ultimo dei problemi", dice, pur ammettendo che presto "affronteremo anche gli aspetti organizzativi rispetto al Parlamento". "La partita - sottolinea - non si gioca con un parlamentare in più o in meno ma sulla prospettiva politica". Quindi anche Denis Verdini potrebbe essere della partita? "Nel centrodestra che immaginiamo - replica - ci sono delle regole e un'alternativa chiara a Renzi" quindi "può aderire chiunque lo riterrà compatibile con le proprie valutazioni, noi non diamo patenti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4