martedì 17 gennaio | 18:04
pubblicato il 05/giu/2014 12:53

Ncd: Schifani, non possiamo restare con Renzi fino 2018. Dialogo con Fi

Ncd: Schifani, non possiamo restare con Renzi fino 2018. Dialogo con Fi

(ASCA) - Roma, 5 giu 2014 - ''Con Renzi si deve andare a un governo di programma, disancorato dalla durata della legislatura e basato su alcuni punti chiari, che possono essere affrontati anche parallelamente''. Lo afferma in una intervista al Corriere della sera l'ex presidente del Senato ed esponente del Pdl, Renato Schifani, oggi senatore del Nuovo centrodestra.

E spiega: ''Non si puo' immaginare di prolungare ancora per quattro anni l'alleanza con ''i nostri avversari tradizionali'', pena la possibilita' di arrivare a una ''crisi dell'esperienza Ncd come partito nato per rappresentare le istanze del centrodestra e dei moderati''. Allo stesso tempo, aggiunge, ''e' arrivato il momento di coltivare insieme a Fi scelte e obiettivi, di parlarsi, di passare dagli attacchi e le offese al confronto. Ma nella chiarezza: Fi deve cambire passo''. E' questo il quadro che Schifani tratteggia il Nuovocentrodestra, che all'indomani delle elezioni per l'europarlamento si sta confrontando con l'esito molto deludente del voto.

Per quanto riguarda Forza Italia, con cui Schifani ricorda che l'Ncd ha sempre avuto ''un unicum sentire'', l'ex presidente del Senato, pone fin da subito dei paletti: ''Non potremmo pensare ad un'alleanza se non si accettassero le primarie di coalizione a tutti i livelli, non solo a quello nazionale''. Per contro Schifani offre sostegno alla proposta Fi di elezione diretta del Capo dello Stato. I punti del programma di governo da condividere con Renzi invece - continua Schifani - possono riguardare ''le riforme istituzionali, la semplificazione amministrativa, la riforma della giustizia (con giusto processo, segreto istruttorio, stop all'abuso della carcerazione preventiva), la dismissione del patrimonio pubblico attraverso una societa' veicolo che possa emettere obbligazioni fruttufere liberamente acquistabili o obbligatorie per gli italiani che abbiano un reddito alto''.

red-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Conti pubblici
Ue vuole manovra bis Italia, Gentiloni mercoledì da Merkel
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa