mercoledì 07 dicembre | 17:20
pubblicato il 24/giu/2014 08:47

Ncd: Sacconi, serve un manifesto dei liberalpopolari

Ncd: Sacconi, serve un manifesto dei liberalpopolari

(ASCA) - Roma, 24 giu 2014 - ''All'inizio degli anni '80, a seguito di un decennio influenzato dalla sinistra conservatrice e nel vivo di una grande crisi economica e civile, Bettino Craxi avvio' contemporaneamente la ripresa della collaborazione con la Democrazia Cristiana - nel nome dell'emergenza - e la progettazione di una sinistra moderna e potenzialmente egemone sull'altra nella prospettiva di una alternativa di governo. Lo strumento funzionale ai due obiettivi fu una intensa conferenza programmatica che si svolse a Rimini nel 1982 nel segno dei ''meriti e dei bisogni'', sintesi originale per una forza progressista che seppe interpretare la domanda di crescita della societa' italiana in quegli anni. Il precedente storico puo' oggi specularmente aiutare il Nuovo Centrodestra e la sua ambizione di influenzare contemporaneamente la coalizione di governo cui partecipa e la ricomposizione dell'area liberal-popolare cui vuole continuare ad appartenere nonostante le forti pressioni conservatrici in essa''. E' quanto si legge nell'intervento di Maurizio Sacconi, capogruppo Ncd al Senato, pubblicata oggi su 'Libero'. ''Analogamente ad allora, si tratta di individuare i contenuti originali di una politica rivolta tanto al breve quanto al medio periodo in un tempo di straordinari cambiamenti per i quali le ricette gia' conosciute appaiono insufficienti. Ora come allora - Craxi riparti' dal socialismo umanitario - il punto di partenza ed il termine di riferimento deve essere l'uomo, principio e fine ultimo di ogni azione, perche' non vi e' pensiero politico scientifico che possa aiutare ad interpretare le trasformazioni in corso con semplici regole meccaniche, ne' a destra ne' a sinistra.

La domanda cui deve rispondere una politica moderna - prosegue Sacconi - riguarda i modi con cui produrre una nuova stagione di sviluppo umano dopo la ''perdita di senso'' che ha investito, ove piu' ove meno, tutte le societa' di lungo benessere. Come opporre cioe' una crescita demografica, economica e sociale ad un declino che sembra intrappolare nella bassa natalita', nella deflazione, nel rattrappimento dei consumi e della produzione la vecchia Europa e in essa, soprattutto, i Paesi mediterranei tra i quali l'Italia. La prospettiva europea non puo' quindi essere analizzata solo in termini istituzionali ma innanzitutto sulla base di un ritorno ai principi giudaico-cristiani e di una visione sulla sua evoluzione geopolitica. Il popolarismo italiano puo' infatti sollecitare gli omologhi partiti mediterranei a promuovere nell'Unione un confronto sul suo possibile allargamento verso est e verso sud quale necessaria politica di risoluzione dei conflitti e di sviluppo del commercio. E, all'interno, lo stesso confine tra Stato e societa', tra pubblico e privato, appare meritevole di una riflessione che puo' condurre a piu' Stato in alcuni ambiti, come la gestione di elementi dell'umano o i presidi del mercato finanziario, e a piu' societa' in altri come il sistema di welfare''. ''Tocca poi ai popolari accompagnare l'evoluzione del nostro capitalismo popolare e familiare proteggendolo dal disprezzo giacobino e dalle residue ideologie di classe. Esso deve confrontarsi con la modernita' della competizione globale, dalla tecnologia alla finanza, senza separarsi dalla vitalita' comunitaria. E' il momento insomma di un Manifesto dei liberalpopolari italiani in quanto consapevoli delle nuove sfide e del bisogno di nuove risposte ad esse.

Autentici modernizzatori perche' conservatori dei principi della tradizione nazionale. PS: il PCI rimase conservatore, contrasto' la modernita' di Craxi e lo spinse a consolidare l'asse con la DC'', conclude Sacconi.

red/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni