sabato 25 febbraio | 15:00
pubblicato il 16/giu/2015 13:00

Nasce eurogruppo con Le Pen e Salvini: ora basta clandestini

"Difendiamo nostri popoli. Stop inciucio socialista-democristiano"

Nasce eurogruppo con Le Pen e Salvini: ora basta clandestini

Bruxelles, 16 giu. (askanews) - Nasce a Strasburgo un nuovo gruppo, "Europa delle azioni e delle libertà" (Enf), presieduto da Marine Le Pen e del quale fa parte il leader leghista Matteo Salvini e gli altri quattro eurodeputati del Carroccio.

"Siamo veramente contenti per la costituzione del nostro gruppo - ha esordito in conferenza stampa la leader del Front National -. Questo è il risultato di un anno di lavoro, ma anche della voglia di non buttarsi in alleanze affrettate come hanno fatto altri partiti a scapito della loro reputazione. Sono qui per difendere gli interessi della mia gente - ha spiegato - siamo qui per i nostri cittadini, per difendere le loro libertà. Questo è un gruppo forte, quello che abbiamo in comune è il coraggio".

Le Pen ha poi chiamato in causa il presidente del Parlamento europeo: "Ringrazio particolarmente Martin Schulz e l'amministrazione di questo Parlamento perché, trattandoci come dei deputati di serie B, ci hanno dato la voglia di formare questo gruppo forte coerente e ambizioso, e di lottare con tutte le forze per la difesa dei nostri popoli", ha concluso l'eurodeputata francese.

"Con oggi finisce l'inciucio socialista e democristiano al Parlamento europeo", ha fatto eco Salvini, che insieme con gli altri 4 colleghi della Lega Nord fa parte del nuovo gruppo Enf. "Siamo contenti, finalmente ora c'è un'opposizione robusta a Bruxelles, contro il pensiero unico, la moneta unica e l'invasione clandestina - ha commentato il leader del Carroccio -. Se fossi in Martin Schulz e nei suoi soci di questa unione sovietica europea oggi comincerei a preoccuparmi parecchio".

Il gruppo comprende 40 deputati di diversi partiti provenienti da sette Stati membri: uno inglese della UK Independence Party (Ukip), due polacchi del Congresso della nuova destra (Knp), quattro deputati provenienti dai Paesi Bassi dal partito per la Libertà PVV, 4 austriaci dell'FPÖ, 5 italiani della Lega Nord, un belga del Vlaams Belang, 23 francesi del Front national. I co-presidenti sono Le Pen e l'olandese Marcel De Graaff.

Secondo Geert Wilders, fondatore e leader del PVV, "oggi è il D-day, l'inizio della nostra liberazione. Siamo tutti politici provenienti da sette diversi Paesi", ha esordito durante la conferenza stampa, "e credo che questo sia un momento storico. Siamo qui per essere la voce della resistenza dei cittadini europei, difendere la nostra sovranità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Sinistra
Nasce il movimento degli ex Pd, primo nodo il rapporto col governo
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech