lunedì 16 gennaio | 12:48
pubblicato il 07/set/2013 11:32

Napolitano: UE modello di successo ma serve salto di qualita' (1 update)

(ASCA) - Cernobbio, 7 set - L'Unione europea rimane un modello di successo ma serve un salto di qualita'. E' quanto indica il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano in un messaggio inviato al Workshop Ambrosetti a Cernobbio, nel quale il capo dello Stato sottolinea le sfide che deve affrontare l'Europa ma lancia anche un messaggio di ''fiducia e ottimismo''. ''L'Unione Europea - afferma Napolitano - rimane un modello di successo che non ha perso la sua vitalita' e capacita' di attrazione. Lo dimostrano anche, a discapito di quanti ne lamentano le intrinseche debolezze, alcuni recenti sviluppi: l'allargamento alla Croazia, il persorso di avvicinamento all'Unione Europea dei paesi dei Balcani occidentali e l'adozione dell'euro da parte della Lettonia''. Napolitano osserva che la crisi che ''stiamo attraversando'' ha senza dubbio fatto emergere ''un crescente senso di malessere, anche da parte di settori importanti della societa' e della pubblica opinione, nei confronti dello stesso processo di costruzione europea''. Per il capo dello Stato le gravi difficolta' dell'economia e dell'occupazione su scala europea e ''le ricorrenti inquietudini dei mercati hanno evidenziato la necessita' di rafforzare, completandola, l'unione fondata sull'integrazione monetaria, in modo da renderla effettivamente strumento di promozione di un convergente e stabile sviluppo economico e sociale''.

Napolitano sottolinea quindi ''l'urgenza di procedere, seriamente e senza tentennamenti, verso una reale unione politica''.

Le difficolta' del presente impongono decisioni ''lungimiranti. Occorre che i leader politici - continua Napolitano - ritrovino il coraggio della scelta europeista, non solo - come fu all'indomani del secondo conflitto mondiale - quale risposta alla catastrofe della guerra, ma oggi, come unica via per rispondere con successo alle sfide del domani, che mettono alla prova il ruolo dell'Europa nel nuovo contesto globale''.

L'Unione europea e' chiamata oggi a ''questo salto di qualita': procedere sulla via dell'integrazione le consentira' non solo di acquisire maggiore autorevolezza politica ma anche maggiore capacita' di attirare capitali, risorse tecnologiche e umane, capaci di stimolare e sostenere la ripresa, l'occupazione e l'innovazione''. Perche' cio' avvenga ''occorre che l'Europa riguadagni consenso e fiducia tra i propri cittadini, vera forza propulsiva dell'Unione: l'occasione dell'appuntamento elettorale del maggio 2014 assume una valenza cruciale, nel confronto con pericolose correnti di scetticismo e di rifiuto verso l'indispensabile ulteriore integrazione''.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Governo
Alfano: elezioni? Avanti finchè c'è carburante, senza psicodrammi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Il prototipo della nuova Civic Type R debutta al Salone di Tokyo
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Spazio, prima passeggiata spaziale per il francese Thomas Pesquet
TechnoFun
Arriva Switch, la nuova console trasformista di Nintendo
Sistema Trasporti
A Milano il car sharing DriveNow apre alle auto elettriche