domenica 22 gennaio | 09:20
pubblicato il 22/set/2014 19:59

Napolitano sprona: politiche coraggiose e no corporativismi

Il Presidente incoraggia a innovare e difende Ue: basta sbraitare Di Francesco Del Vecchio di Francesco Del Vecchio Roma, 22 set. (askanews) - Il presidente dell Repubblica Giorgio Napolitano coglie l'occasione dell'apertura dell'anno scolastico al Quirinale per toccare - sia pure senza espliciti riferimenti - uno dei temi che piu' stanno agitando in queste ore i mondi politico e sindacale: il lavoro. Il capo dello Stato non ha mai fatto accenno diretto all'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori (oggetto di accese discussioni) o a particolari necessita' di riforma del mondo del lavoro. Ma sembra esserci sicuramente un accenno a tutto cio' quando, in un passaggio del suo discorso - parlando di come uscire dalla crisi che attraversano sia l'Italia che l'Europa tutta - ha sostenuto che il nostro paese e il Vecchio Continente "possano uscire dalla crisi solo insieme, con politiche nuove e coraggiose per la crescita e l'occupazione, dirette soprattutto e piu' efficacemente ai giovani". Ecco, dal Colle e' arrivata chiara la sollecitazione ad adottare nuove politiche in un momento in cui il Paese invece sembra avvitarsi su se' stesso e sui suoi "conservatorismi".

Il presidente della Repubblica non parla di riforme specifiche ma l'invito che viene fatto cade nei giorni della violenta polemica sul mantenimento o meno dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori (quello che prevede il reintegro del lavoratore licenziato per giusta causa). "Dobbiamo rinnovarci, metterci al passo con i tempi e con le sfide della competizione mondiale - ha detto Napolitano - e specialmente in Italia dobbiamo rinnovare decisamente le nostre istituzioni, le nostre strutture sociali, i nostri comportamenti collettivi: in questo Paese che amiamo, non possiamo piu' restare prigionieri di conservatorismi, corporativismi e ingiustizie".

Insomma, ha detto chiaramente Napolitano, il nostro Paese deve rinnovarsi e questo rinnovamento deve attraversare le istituzioni e i nostri comportamenti".

Fdv/Bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4