lunedì 27 febbraio | 05:38
pubblicato il 23/giu/2014 12:00

Napolitano: semestre italiano Ue per cambiamento politiche

"Presidenza non sarà mera celebrazione"

Napolitano: semestre italiano Ue per cambiamento politiche

Roma, 23 giu. (askanews) - Il semestre italiano di presidenza dell'Ue non sarà una "mera celebrazione", per Giorgio Napolitano, l'Italia proopone "un forte cambiamento delle politiche". Il presidente della Repubblica lo ha detto incontrando i presidenti dei gruppi parlamentari del Parlamento europeo: "Una cosa importante è che l'impegno italiano non è un impegno di mera celebrazione della continuità storica del progetto europeo, è un impegno consapevole del punto di crisi cui è giunta la costruzione europea. Io stesso ho avuto modo di dire a febbraio, nel discorso a Strasburgo che cortesemente avete ricordato, che mai come negli ultimi tempi, e quindi mai all'appuntamento delle elezioni europee, era stato messo così radicalmente in questione il progetto stesso. Questo spirito informa la presidenza italiana che è proponente di un forte cambiamento nelle politiche".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech