lunedì 05 dicembre | 13:29
pubblicato il 06/lug/2014 15:52

Napolitano ricorda la Grande Guerra: no a nazionalismi aggressivi

Il Presidente: senza lavoro per giovani l'Italia è finita

Napolitano ricorda la Grande Guerra: no a nazionalismi aggressivi

Monfalcone (askanews) - La Grande guerra, la pace e il lavoro. Di questo ha parlato a Monfalcone il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in Friuli per inaugurare una mostra sul primo conflitto mondiale."E' di lì - ha detto il Capo dello Stato - che viene la necessità di sradicare i nazionalismi aggressivi e bellicisti, dando vita a un progetto e a un concreto processo di integrazione e unità dell'Europa".Napolitano, poi, a margine delle cerimonie ufficiali, ha parlato anche di lavoro e di disoccupazione giovanile: "Se non trovano lavoro i giovani - ha detto il Presidente ad alcuni cittadini di Monfalcone - l'Italia è finita". Un ulteriore avvertimento a mantenere alta l'attenzione sulla situazione economica, che nel nostro Paese rimane fragile ed esposta a rischi.

Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari