lunedì 23 gennaio | 04:20
pubblicato il 06/lug/2014 15:52

Napolitano ricorda la Grande Guerra: no a nazionalismi aggressivi

Il Presidente: senza lavoro per giovani l'Italia è finita

Napolitano ricorda la Grande Guerra: no a nazionalismi aggressivi

Monfalcone (askanews) - La Grande guerra, la pace e il lavoro. Di questo ha parlato a Monfalcone il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in Friuli per inaugurare una mostra sul primo conflitto mondiale."E' di lì - ha detto il Capo dello Stato - che viene la necessità di sradicare i nazionalismi aggressivi e bellicisti, dando vita a un progetto e a un concreto processo di integrazione e unità dell'Europa".Napolitano, poi, a margine delle cerimonie ufficiali, ha parlato anche di lavoro e di disoccupazione giovanile: "Se non trovano lavoro i giovani - ha detto il Presidente ad alcuni cittadini di Monfalcone - l'Italia è finita". Un ulteriore avvertimento a mantenere alta l'attenzione sulla situazione economica, che nel nostro Paese rimane fragile ed esposta a rischi.

Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4