lunedì 20 febbraio | 22:05
pubblicato il 23/mag/2016 14:17

Napolitano: offensivo dire che no a referendum è in difesa Carta

Discutere le riforme con sobrietà e pacatezza

Napolitano: offensivo dire che no a referendum è in difesa Carta

Milano, (askanews) - "Con grande sobrietà e un po più di pacatezza e obiettività si discuta della riforma, perché è importante e anzi necessaria per l'Italia". È l'invito rivolto dal presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, intervenuto alla presentazione della mostra "Gramsci. I quaderni del carcere ed echi in Guttuso", organizzata alle Gallerie d'Italia.

Napolitano non ha voluto commentare le frasi del ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, a proposito del fatto che i veri partigiani dovrebbero votare sì al referendum confermativo sulla riforma costituzionale. "Figuratevi se io mi pronuncio sulle frasi, mi dovrei pronunciare su molte frasi, non solo del Ministro Boschi", ha detto Napolitano.

"Ci vuole libertà per tutti - ha poi aggiunto - e nessuno può però dire 'io difendo la Costituzione votando no e gli altri non difendono la Costituzione', perché questo mi offende, reca anche a me una offesa profonda".

Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Pd, Rossi: nasceranno nuovi gruppi parlamentari pro governo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia