venerdì 24 febbraio | 12:06
pubblicato il 24/lug/2013 12:00

Napolitano: Elezioni anticipate frequenti sono patologia dannosa

Governo Letta è senza alternative ma Camere libere di sfiduciarlo

Napolitano: Elezioni anticipate frequenti sono patologia dannosa

Roma, 24 lug. (askanews) - "Si comprenderà che da presidente, guardando anche a decenni di vita repubblicana, io consideri il frequente e facile ricorso a elezioni politiche anticipate come una delle piu' dannose patologie italiane". Lo ha sottolineato, fra l'altr, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in una lettera aperta pubblicata oggi sul Corriere della Sera, in risposta ad altrettanta iniziativa pubblica dell'ex presidente della Camera Prc Fausto Bertinotti. Detto questo, il Capo dello Stato ha respinto con forza critiche e accuse di voler "blindare o 'congelare'" (espressioni da lui definite "parole grosse" frutto di "fantasia o di polemica a effetto") per scelta politica il Governo Letta "che è ancora fresco di nomina", evidenziando come a tutt'oggi l'attuale maggioranza non abbia alternative in Parlamento, ricordando che le Camere sono "libere in ogni momento di votare la sfiducia al Governo Letta". Mentre "è dovere del Presidenten della Repubblica di mettere in guardia il Paese e le forze politiche rispetto ai rischi e contraccolpi assai gravi, in primo luogo sotto il profilo economico e sociale, che un'ulteriore destabilizzazione e incertezza del quadro politico-istituzionale comporterebbe per l'Italia". Perchè "so bene che in caso di crisi, resta il ricorso al voto popolare e che da qualche parte si confida nella possibilità di dare vita così a un'aletrnativa di Governo. Ma di azzardi - ha messo in guardia il Capo dello Stato- la democrazia italiana ne ha vissuti gia' troppi". Con doppio monito, in primis al centrosinistra. Per il passato, a rammentare l'ingloriosa fine del governo Prodi e dell'ultima legislatura che l'ha visto governare da solo. "Dovetti io stesso - ha ricordato Napolitano- sciogliere le Camere nel febbraio 2008, nprendendo atto dello sfaldamento di una maggioranza che si presumeva 'omogenea' e dell'inesistenza, allo stato, di una diversa maggioranza di Governo".E per il presente a "ricordare l'insuccesso del tentativo di Bersani, che ebbe da me, dopo le elezioni di febbraio, l'incarico, senza alcun vincolo o limite, di esplorare la possibilita' di una maggioranza parlamentare diversa da quella che e' stata poi posta a base del Governo Letta? E i successivi e piu' recenti sviluppi politici hanno forse fatto delineare quella possibilita' di cui Bersani dovette registrare l'insussistenza? ".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Orlando in campo a primarie Pd: mi candido, serve responsabilità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech