venerdì 20 gennaio | 17:31
pubblicato il 30/gen/2012 18:15

Napolitano: Dissenso va preso in considerazione se è corretto

Altrimenti no.Non mi pare dover commentare lanci uova e accendini

Napolitano: Dissenso va preso in considerazione se è corretto

Bologna, 30 gen. (askanews) - Il dissenso e le proteste possono essere tenute in considerazione se sono "motivate e si esprimono correttamente". Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a chi gli chiedeva un commento sui disordini di questa mattina da parte degli studenti di Occupy Bologna in occasione del conferimento della laurea honoris causa. "Francamente un commento su uova e accendini non mi pare di doverlo fare", ha risposto ai giornalisti Napolitano, dopo l'inaugurazione a Bologna di una targa in onore di Beniamino Andreatta al Collegio internazionale della fondazione Istituto scienze religiose Giovanni XXIII, spiegando di aver appreso dei disordini dalle agenzie. "Le manifestazioni di dissenso e di protesta - ha aggiunto - se sono motivate e si esprimono correttamente possono essere prese in attenta considerazione. Altrimenti no".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire