giovedì 23 febbraio | 04:10
pubblicato il 04/gen/2012 18:00

Napolitano: Cresce disuguaglianza, urge nuova analisi su povertà

Pensare a regole e correttivi per cieca dinamica economica

Napolitano: Cresce disuguaglianza, urge nuova analisi su povertà

Roma, 4 gen. (askanews) - "Oggi il problema della povertà si lega a quello del crescere delle disuguaglianze, su scala mondiale e anche all'interno delle società più sviluppate, nel quadro di uno straordinario e sconvolgente processo di globalizzazione". E' quanto sottolinea il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nella prefazione alla nuova edizione di 'Colloqui sui poveri', testi di Amintore Fanfani. La riflessione a firma del capo dello Stato è pubblicata oggi da Avvenire e ripresa anche dall'Osservatore Romano. "Nuove analisi si impongono - sottolinea Napolitano - e insieme con esse nuove strategie per influenzare il corso degli avvenimenti, per contrastare le tendenze più negative che la dinamica economica e sociale, in assenza di regole e di interventi correttivi, ciecamente sprigiona".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech