domenica 04 dicembre | 15:49
pubblicato il 16/dic/2013 20:17

Napolitano: Cicchitto (Ncd), ribadita linea larghe intese

(ASCA) - Roma, 16 dic - ''Il presidente Napolitano ha ribadito i termini di una linea che a suo tempo fu concordata con Berlusconi e con Bersani e che riguardo' sia la sua rielezione sia il governo delle larghe intese, sia l'impegno per le riforme istituzionali, la nuova legge elettorale e per una politica innovativa rispetto a quella del governo Monti''. Lo afferma in una nota Fabrizio Cicchitto, deputato del Ncd.

''D'altra parte ricordiamo tutti il discorso che Napolitano fece alle Camere e il consenso che esso suscito' in tutti, specie nel presidente Berlusconi. Di conseguenza non e' una sorpresa per nessuno, neanche per Renzi - aggiunge Cicchitto - il senso esplicito delle conclusioni finali che il presidente Napolitano ha ribadito nei confronti di tutte le forze politiche e delle conseguenze che si determinerebbero di fronte a forzature o a immobilismi di questo o quel partito. Quanto alle vicende giudiziarie che hanno colpito Berlusconi la nostra valutazione differisce da quelle di opposto segno oggi in campo: se e' vero che e' una espressione forzata quella che denuncia l'esistenza di addirittura 4 colpi di Stato, non si puo' nemmeno valutare come mera espressione dell'autonomia della magistratura la univocita' unilaterale che non puo' non essere definita che come l'esistenza di un uso politico della giustizia che come tale denuncia una grave crisi dello stato di diritto del nostro Paese. Da parte nostra anche a proposito di una sentenza della Cassazione francamente non condivisibile manteniamo la nostra valutazione di fondo e cioe' che Berlusconi avrebbe dovuto consentire ai suoi familiari di richiedere la grazia, acquisendo cosi una notevole agibilita' politica, mantenere l'appoggio al governo e realizzare con Angelino Alfano una intesa che nel 2015 avrebbe consentito di giocare una partita aperta con il centrosinistra guidato da Renzi. Non si e' voluto seguire questa linea e adesso gli attacchi ad Alfano da parte degli esponenti di Forza Italia ci sembrano caratterizzati da una singolare meschinita' e tutta la linea attuale di Forza Italia caratterizzata da un eccesso di estremismo con il tentativo di ricercare convergenze col M5S o di inseguire addirittura le proteste dei Forconi. Ma ci auguriamo che su tutto cio' subentri un ripensamento costruttivo'', conclude Cicchitto.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari