lunedì 27 febbraio | 17:54
pubblicato il 04/feb/2014 16:24

Napolitano a Strasburgo chiede svolta a Europa: basta austerità

Il discorso del Presidente davanti al Parlamento europeo

Napolitano a Strasburgo chiede svolta a Europa: basta austerità

Strasburgo (askanews) - Giorgio Napolitano ha chiesto una svolta all'Europa e lo ha fatto parlando a Strasburgo davanti al Parlamento europeo riunito in sessione plenaria. L'Unione da 7 anni a soffre di una crisi strutturale, ha detto, che ha provocato un forte disincanto nei confronti del disegno europeo e del suo futuro, uno scenario mai visto prima.Una sfiducia in larga parte colpa del peggioramento delle condizioni economiche e sociali delle persone, soprattutto in Italia che ha compiuto rilevanti sforzi. Adesso, dice Napolitano, è l'ora di una svolta. L'austerità ad oogni costo è come un circolo vizioso che è diventato essenziale rompere, sottolinea il presidente, soprattutto per le nuove generazioni.Napolitano definisce poi di "un disarmante semplicismo" le proteste anti euro, scatenando una contestazione della Lega in aula contro la moneta unica.

Gli articoli più letti
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Vitalizi
M5s: pensioni parlamentari come cittadini, basta ok a delibera
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech