sabato 10 dicembre | 17:28
pubblicato il 27/gen/2014 12:00

Napolitano: a Sinagoga Roma miserabile provocazione, una porcata

"Roma e romani solidali e impegnati contro antisemitismo"

Napolitano: a Sinagoga Roma miserabile provocazione, una porcata

Roma, 27 gen. (askanews) - "Una miserabile provocazione contro tutti noi". Così il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, intervenendo alla celebrazione del Giorno della Memoria al Quirinale ha definito quanto accaduto nei giorni scorsi quando anche davanti alla Sinagoga di Roma sono state lasciate teste di maiali. "Gli autori, che spero possano essere rapidamente individuati - ha scandito il capo dello Stato - di un insulto assimilabile solo alla stessa ripugnante materia usata in quei pacchi, non hanno nulla a che vedere con la Roma e i romani che per sentimento umano e civile, consapevolezza democratica, educazione e cultura, sono fraternamente accanto agli uomini e donne di origine e religione ebraica, stringendosi ad essi in un abbraccio di solidarietà e in un impegno di lotta rigorosa contro ogni forma di antisemitismo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina