domenica 26 febbraio | 20:25
pubblicato il 11/ott/2012 18:31

Napolitano a Regioni:Stop abuso denaro,ma non verrete liquidate

Serve riforma titolo V. Errani: pronti a dialogare con il governo

Napolitano a Regioni:Stop abuso denaro,ma non verrete liquidate

Roma, 11 ott. (askanews) - L'intollerabile abuso di denaro pubblico e il malcostume vanno stroncati ma non si può pensare di liquidare il ruolo e le attività delle regioni. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha così rassicurato i governatori che gli hanno chiesto oggi un incontro per discutere della riforma del titolo V varata dal governo. Gli amministratori locali sono infatti preoccupati che a causa delle inchieste giudiziarie che hanno interessato alcune giunte e alcuni consigli regionali, si intervenga ora pesantemente, anche con la riforma del titolo V, sulle loro prerogative. Perciò Napolitano ha voluto innanzitutto condividere l'esigenza di chiarezza rispetto a "interpretazioni unilaterali e sommarie emerse nel dibattito pubblico, con accenti liquidatori nei confronti dell'attività e del ruolo delle Regioni". D'altro canto però il Presidente non ha negato la necessità di una riforma di quella parte della Costituzione, il titolo V appunto, che fu modificata nel 2001 senza produrre i risultati sperati e che oggi richiede una revisione anche alla luce del nuovo articolo 81, quello sul pareggio di bilancio. Il Capo dello Stato ha riconosciuto poi alle regioni di aver mostrato responsabilità nella volontà di "concorrere a un immediato intervento legislativo per ridurre i costi della politica nelle Regioni e stroncare intollerabili fenomeni di abuso del denaro pubblico e di malcostume", ma ha anche chiesto ai governatori di non sottrarsi al "contributo che esse sono doverosamente chiamate ancora a dare al consolidamento dei conti pubblici e alla stabilità finanziaria, attraverso misure urgenti e attraverso scelte lungimiranti di razionalizzazione e di disciplina unitaria della gestione complessiva delle risorse disponibili". Insomma pur senza mettere in discussione il loro ruolo istituzionale anche le regioni, come la politica nazionale, dovrà darsi una regolata. Napolitano infatti ha chiarito, nella lunga e articolata nota diffusa al termine dell'incontro con i governatori, che non è in discussione il principio contenuto nell'articolo 5 della Costituzione che "associa l'unità e indivisibilità della Repubblica alla promozione e al riconoscimento delle autonomie locali" ma ha rilevato la necessità di intervenire sulla seconda parte della Carta, in questo senso "la proposta di legge costituzionale approvata dal governo - ha detto - costituisce una prima parziale risposta su cui spetterà al Parlamento pronunciarsi". E anche se con la legislatura agli sgoccioli sarà difficile giungere a "intese risolutive", ha auspicato che almeno il riordino delle province venga rapidamente concluso. Da ora in poi però, ha precisato, è "al Parlamento, oltre che al governo, che le Regioni potranno rappresentare le loro preoccupazioni". Soddisfazione delle Regioni per la disponibilità all'ascolto da parte del Colle. Il presidente della conferenza delle Regioni Vasco Errani ha dato una lettura positiva dell'incontro di oggi sottolineando che il Capo dello Stato ha valorizzato il "ruolo delle regioni". Ora i governatori si dicono pronti a "un dialogo concreto e approfondito" con il governo offrendo "piena disponibilità" a "partecipare allo sforzo di razionalizzazione della spesa pubblica" purchè vengano assicurati "i servizi fondamentali ai cittadini, in particolare per quanto riguarda welfare, sanità e istruzione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech