sabato 10 dicembre | 13:47
pubblicato il 16/mag/2011 21:34

Napoli/ A sorpresa si va verso ballottaggio Lettieri-De Magistris

Delusione nel Pd, Terzo polo ago della bilancia

Napoli/ A sorpresa si va verso ballottaggio Lettieri-De Magistris

Napoli, 16 mag. (askanews) - Si deciderà al ballottaggio il futuro sindaco di Napoli che succederà alla guida della città dopo dieci anni di governo di Rosa Russo Iervolino. Le proiezioni, sin dal primo pomeriggio, danno come certi gli sfidanti Gianni Lettieri (centrodestra) e Luigi De Magistris (Idv-Federazione della sinistra). I dati certi, tuttavia, sono ancora pochi dal momento che poco prima delle 21 sono meno di 80 le sezioni scrutinate su 886. Sono stati 490.217, pari al 60,34%, gli elettori che si sono recati alle urne segnando un calo dell'oltre 6% nell'affluenza. Un dato rispetto alle comunali del 2006 che, di fatto, pone la questione dell'astensionismo generato anche da una sorta di disaffezione nei confronti della politica accusata di trovare scarse risposte ai problemi che affliggono la città e i napoletani. Se i dati dovessero essere confermati l'imprenditore Lettieri, sponsorizzato direttamente dal premier Silvio Berlusconi, si contenderebbe la poltrona di Palazzo San Giacomo con l'eurodeputato dell'Idv De Magistris. Una sfida in cui sperava l'ex pm convinto, addirittura, di poter vincere al primo turno. Tutto secondo le previsioni, o leggermente inferiori, le aspettative del Pdl. Dal giorno della sua investitura, infatti, l'ex presidente degli industriali di Napoli aveva puntato alla vittoria, o almeno al ballottaggio. Ma se il partito di Di Pietro festeggia, così come il Popolo della libertà, va decisamente in modo diverso per il Pd. Il prefetto Mario Morcone, candidato del Partito democratico e di Sel, a quanto pare, non è riuscito ad raccogliere grandi consensi, gettando nello scompiglio l'intero partito cittadino. Di certo un peso considerevole sull'intero andamento del voto degli elettori democratici è da attribuirsi allo 'scandalo' delle primarie del centrosinistra, annullate, ma anche alle scarse risposte date dal partito di Pier Luigi Bersani ai partenopei. Ago della bilancia, al ballottaggio, sarà certamente il Terzo polo che ha raccolto una percentuale dignitosa con il candidato a sindaco Raimondo Pasquino. Domani il nuovo polo per l'Italia deciderà la linea per il ballottaggio, se cioè appoggiare uno dei due sfidanti o più verosimilmente lasciare libertà di voto, mentre sembra essere netta la posizione del Pd che, senza esitazioni, sarà compatto nell'appoggiare De Magistris.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Governo
Da Mattarella possibile incarico domenica, in pole c'è Gentiloni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina