domenica 22 gennaio | 13:33
pubblicato il 16/mag/2011 21:34

Napoli/ A sorpresa si va verso ballottaggio Lettieri-De Magistris

Delusione nel Pd, Terzo polo ago della bilancia

Napoli/ A sorpresa si va verso ballottaggio Lettieri-De Magistris

Napoli, 16 mag. (askanews) - Si deciderà al ballottaggio il futuro sindaco di Napoli che succederà alla guida della città dopo dieci anni di governo di Rosa Russo Iervolino. Le proiezioni, sin dal primo pomeriggio, danno come certi gli sfidanti Gianni Lettieri (centrodestra) e Luigi De Magistris (Idv-Federazione della sinistra). I dati certi, tuttavia, sono ancora pochi dal momento che poco prima delle 21 sono meno di 80 le sezioni scrutinate su 886. Sono stati 490.217, pari al 60,34%, gli elettori che si sono recati alle urne segnando un calo dell'oltre 6% nell'affluenza. Un dato rispetto alle comunali del 2006 che, di fatto, pone la questione dell'astensionismo generato anche da una sorta di disaffezione nei confronti della politica accusata di trovare scarse risposte ai problemi che affliggono la città e i napoletani. Se i dati dovessero essere confermati l'imprenditore Lettieri, sponsorizzato direttamente dal premier Silvio Berlusconi, si contenderebbe la poltrona di Palazzo San Giacomo con l'eurodeputato dell'Idv De Magistris. Una sfida in cui sperava l'ex pm convinto, addirittura, di poter vincere al primo turno. Tutto secondo le previsioni, o leggermente inferiori, le aspettative del Pdl. Dal giorno della sua investitura, infatti, l'ex presidente degli industriali di Napoli aveva puntato alla vittoria, o almeno al ballottaggio. Ma se il partito di Di Pietro festeggia, così come il Popolo della libertà, va decisamente in modo diverso per il Pd. Il prefetto Mario Morcone, candidato del Partito democratico e di Sel, a quanto pare, non è riuscito ad raccogliere grandi consensi, gettando nello scompiglio l'intero partito cittadino. Di certo un peso considerevole sull'intero andamento del voto degli elettori democratici è da attribuirsi allo 'scandalo' delle primarie del centrosinistra, annullate, ma anche alle scarse risposte date dal partito di Pier Luigi Bersani ai partenopei. Ago della bilancia, al ballottaggio, sarà certamente il Terzo polo che ha raccolto una percentuale dignitosa con il candidato a sindaco Raimondo Pasquino. Domani il nuovo polo per l'Italia deciderà la linea per il ballottaggio, se cioè appoggiare uno dei due sfidanti o più verosimilmente lasciare libertà di voto, mentre sembra essere netta la posizione del Pd che, senza esitazioni, sarà compatto nell'appoggiare De Magistris.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4