lunedì 05 dicembre | 05:55
pubblicato il 03/mar/2011 11:08

Napoli 2011/Iervolino lascia,ora commissario.Scontro su candidati

Morcone non unisce l'intero centrosinistra, centrodestra al palo

Napoli 2011/Iervolino lascia,ora commissario.Scontro su candidati

Roma, 3 mar. (askanews) - Sarà con ogni probabilità commissariale la gestione delle elezioni di primavera per il nuovo sindaco di Napoli, dopo che ieri 31 consiglieri di palazzo San Giacomo (la maggioranza più uno dell'assemblea) hannno presentato le loro dimissioni, determinando la decadenza del Consiglio e quindi la fine inevitabile della Giunta guidata da Rosa Russo Jervolino, sindaco partenopeo per due consiliature dopo le altrettante consiliature di Antonio Bassolino. La gestione prefettizia delle elezioni per il nuovo Sindaco e la nuova Giunta di primavera (il Governo indicherà a breve la data) è la sola ragione della mossa politica, che impedirà al centrosinistra di gestire la fase preelettorale ed elettorale. E cade nel pieno di 'vuoto di candidature' che finora si registra a Napoli tanto nel centrosinistra - maggioranza uscente- come nel centrodestra, che nelle ultime elezioni amministrative ha strappato al centrosinistra Regione e Provincia di Napoli. Il centrodestra non ha ancora deciso il proprio candidato, dichiarando finora di voler prima conoscere i candidati di centrosinistra e terzo polo, con Luca di Montezemolo che da tempo non fa mistero di ambire a lanciare una candidatura autonoma da parte di esponenti della società civile su cui raggiungere il massimo dei consensi. Una possibilità che vede Rutelli, Fini e Casini per ora alla finestra. Quanto al centrosinistra, dopo l'annullamento di fatto delle primarie vinte dal bassoliniano cozzolino e l'invio a Napoli da parte di Bersani del commissario Andrea Orlando, l'indicazione è cadurta sul prefetto Mario Morcone. Sul quale però Antonio Di Pietro e l'Idv non intendono covergere, rilanciando la candidatura di Luigi De Magistris. A De Magistris si è appellato direttamente il plenipotenziario Pd Orlando: "De Magistris faccia un passo indietro - ha detto in una intervista al Riformista- e l'Idv converga con il centrosinistra. Morcone non è il candidato del Pd ma l'uomo su cui puntiamo per riitrovare lìèunità del centrosinistra". Ma, dalle colonne dello stesso quotidiano, De Magistris esclude ripensamnenti e avverte: "a Napoli i democratici sono con me". E contro Morcone oggi arriva anche un affondo dal 'Fatto quotidiano': : "A Napoli il Pd candida un idagato: il pregetto è indagato nell'inchiesta sul Cara di Policoro'", titiola a tutta pagina il giornale di Padellaro e Travaglio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari