domenica 26 febbraio | 11:16
pubblicato il 18/nov/2014 12:29

Mussolini e il turismo: "facciamoli pagare i cinesi"

E a Bruxelles? Si mangia malissimo

Mussolini e il turismo: "facciamoli pagare i cinesi"

Roma, 18 nov. (askanews) - "Facciamoli pagare i cinesi": così Alessandra Mussolini offre la sua ricetta per il turismo, partecipando a Reggio Calabria a una manifestazione dei Falchetti, il movimento giovanile dei fratelli Zappacosta. "Il vostro presidente della provincia mi ha fatto vedere un arazzo meraviglioso. Ma facciamoli pagare, i cinesi, quando vengono qua. I bronzi? Cinque euro. Ma non esiste. Io sono stata a Dubai a vedere un grattacielo altissimo, orrendo, che hanno fatto in cinque, sei anni... Ho speso 75 euro a persona!".

L'eurodeputata di Forza Italia ne ha anche per il cibo a Bruxelles: "Berlusconi mi ha fatto la 'gioia' di farmi candidare... È stata una candidatura di servizio, ma è andata molto bene, alle Europee. Quindi adesso sono a Bruxelles, a Strsburgo, quindi ne vedo e ne sento. Il cibo è pessimo, e sembra chissà che. Non è vero!"

Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Pd
Orlando: mi candido per guidare il Pd, non contro qualcuno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech