domenica 04 dicembre | 13:24
pubblicato il 30/gen/2013 12:00

Mps/ Monti: Nazionalizzazione?Attenti, rimedio peggiore del male

'Sarebbe extrema ratio"

Mps/ Monti: Nazionalizzazione?Attenti, rimedio peggiore del male

Roma, 30 gen. (askanews) - "La riduzione della quota della Fondazione nel capitale del Monte dei Paschi di Siena, e un aumento della quota dello Stato, potrebbe essere una extrema ratio e rivelarsi inevitabile se il Monte perdurasse in difficoltà gravi, ma questo vorrebbe dire parziale nazionalizzazione. E in passato anche le banche di Stato davano luogo di fatto a intrecci tra banche e politica". Dunque bisogna stare attenti "per uscire dal male di oggi, a non ricadere in un male ancora peggiore. Sono argomenti che vanno valutati con attenzione.". Lo ha detto Mario Monti, rispondendo ad una domanda dell'intervistatore di Radio24. Alla precisazione che la domanda si riferiva alla possibilità di obbligare la Fondazione, in cambio dei Monti bond a cedere sul mercato ulteriori quote, il candidato premier ha risposto: "Questo corrisponderebbe abbastanza a quello che ha detto Profumo, trovare un partner finanziario forte di lungo periodo. Ma bisogna vedere se il mercato risponde. Potrebbe essere auspicabile? Bisogna vedere quali garanzie di affidabilità e buon comportamento dà il nuovo intestitore". Con l'occasione, Monti ha voluto ribadire che "credo sia molto importante notare che la situazione problematica del Mps non significa che il sistema italiano sia in situazione problematica, e non lo è. Secondo che si deve fare completa chiarezza, anche su aspetti penali. Terzo che la vigilanza di Bankitalia funziona oggi e funzionava ieri. Quarto, che i Monti bond non sono un regalo, non è un trasferimento a fondo perduto ma è un prestito a interesse molto elevato, 9%, quindi il contribuente è tutelato e ove mai ci fosse incapacità di restituire il capitale, a differenza dei Tremonti bond le azioni passerebbero allo Stato".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari