martedì 06 dicembre | 18:59
pubblicato il 24/gen/2013 14:48

Mps: Borghesi, no intreccio con partiti? Fassina nega realta'

Mps: Borghesi, no intreccio con partiti? Fassina nega realta'

(ASCA) - Roma, 24 gen - ''L'onorevole Fassina sa meglio di me che la vera piaga del sistema bancario sono le fondazioni attraverso cui la politica esercita il suo potere, controllando i cda, che sono espressione ed emanazione diretta dei partiti. Scaricare tutte le responsabilita' sul management della banca quando sono chiari a tutti i legami tra i partiti e il Mps, compreso il Pd, che nascono nella notte dei tempi, significa negare la realta' dei fatti''. Lo afferma Antonio Borghesi, presidente dei deputati di Idv e candidato nella lista di Rivoluzione civile commentando quanto detto dal responsabile economico del Pd per il quale la ''politica non c'entra'' e chi ''strumentalizza e' uno sciacallo''.

''Quando il Parlamento voto' la ricapitalizzazione del Mps, con ben 3,9 miliardi di euro, fummo i soli ad opporci in Parlamento. Nel piano di ristrutturazione del Mps, infatti, non si intravedeva nessun accenno a un progetto di rilancio industriale, ma solamente una generalizzata crescita delle commissioni per i servizi e i conti correnti. Inoltre, conteneva una riduzione del personale di 4.600 unita' e l'esternalizzazione di 2.360 lavoratori del back office.

Insomma, come al solito, con il governo dei banchieri, sostenuto anche dal Pd, si e' trasferito sul personale e sui clienti le conseguenze di una fallimentare gestione'', spiega Borghesi.

''Noi provammo a chiedere a Monti chiarezza sulla vicenda derivati ma il governo fece orecchie da mercante. Con un apposito ordine del giorno, infatti, chiedemmo al governo Monti di informare il Parlamento a quanto ammontavano i derivati in possesso del Monte dei Paschi. Ebbene, quella nostra richiesta, non solo non fu accolta dal governo, ma tutto il Parlamento, compreso il Pd, voto' contro il nostro ordine del giorno'', conclude Borghesi.

com-ceg/sam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: verso una legge sull'enoturismo
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni