venerdì 09 dicembre | 16:27
pubblicato il 07/giu/2014 15:13

Mose: Serracchiani, politici a casa quando tradiscono mandato elettori

Mose: Serracchiani, politici a casa quando tradiscono mandato elettori

(ASCA) - Pordenone, 7 giu 2014 - ''Ci sono reati che sono assolutamente incompatibili con il fare politica. Non esiste che dopo vent'anni si incontrino le stesse imprese, le stesse persone della prima tangentopoli. Quando si tradisce il mandato degli elettori non si puo' continuare a fare politica, magari per sempre''. Debora Serracchiani, presidente del Friuli Venezia Giulia e vicesegretaria del Pd, assicura che il nuovo partito democratico dara' luogo ad una ''cesura'' con il sistema che ha prodotto vicende come quelle del Mose e dell'Expo. ''Vogliamo prendere le distanze e iniziare un percorso nuovo che ci permetta di accettare la sfida culturale che c'e' dietro il dire che della corruzione si deve e si puo' fare a meno'', aggiunge, intervistata a margine di un convegno a Pordenone dell'Aied.

Serracchiani esprime ''assoluta amarezza'' per quanto avvenuto. ''Ci siamo confrontanti con il presidente del Consiglio e ci siamo detti: ci stiamo ammazzando per tornare ad essere credibili ed avere un Paese nel quale si investe di nuovo, (e i risultati stavano arrivando, in questa regione li abbiamo toccati con mano) e poi capitano queste cose''. Ma, aggiunge Serracchiani, ''noi possiamo avere il codice etico migliore, possiamo darci le regole piu' efficaci, ma soprattutto e' indispensabile buttare fuori dalla nostra societa' i ladri''.

Il che vuol dire, secondo Serracchiani, che ''la responsabilita' politica se la deve assumere il Pd nel creare una cesura netta e chiara perche' la nuova classe dirigente del partito che non ha nulla a che fare con il passato e nulla vuole avere a che fare''. ''Va detto con chiarezza - insiste Serracchiani - che il Pd non fa sconti a nessuno in tema di legalita', moralita' ed etica pubblica''. E ''non fare sconti a nessuno - spiega Serracchiani - non significa scaricare questo o quello, se e' del Pd o non lo e', ma significa dire che non siamo piu' un paese dove paiono normali queste cose qui''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Morto a 95 anni John Glenn, il primo austronauta Usa in orbita
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina