sabato 21 gennaio | 20:47
pubblicato il 07/mag/2014 12:39

Moro: Leone (Ncd), da sua lezione politica torni ad essere vocazione

Moro: Leone (Ncd), da sua lezione politica torni ad essere vocazione

(ASCA) - Roma, 7 mag 2014 - ''Abbiamo bisogno, oggi piu' che mai, di ispirare l'impegno politico all'esempio e al modello lasciatici come preziosa eredita' da Aldo Moro. Potremo cosi' cogliere in tutta la sua grandezza la dimensione morale, culturale, politica sua e degli uomini che gli furono accanto, tutti impegnati faticosamente nella ricostruzione economica, sociale e democratica del nostro Paese''. Lo ha sottolineato Antonio Leone, deputato del Nuovo Centrodestra, presentando nella Sala della Regina di Monte Citorio il libro di Luigi Ferlicchia ''I tempi di Aldo Moro'', alla presenza anche della figlia del grande statista Maria Fida.

''Soprattutto giova tornare a riflettere - ha aggiunto Leone - sulla lezione di Aldo Moro, mentre ritrova vigore un atteggiamento politico che, in Italia come in Europa, sembra diffondersi con pericolosa disinvoltura, per esigenze contingenti di consenso politico. Mi riferisco al ''fare politica in negativo'', facendo leva sulla contrapposizione fra paese reale e paese ufficiale, fra popolo e Istituzioni, in modo da fomentare nell'immaginario collettivo i peggiori sentimenti, in funzione delle esigenze propagandistiche del momento. Moro conosceva bene il rischio che si corre a far politica in questo modo, perche' consapevole della crescente ingovernabilita' delle forze e degli umori che irresponsabilmentesi contribuisce a scatenare e che finiscono sempre per sortire effetti autoritari ed antidemocratici.

Sotto questo punto di vista la sua - ha concluso Antonio Leone - fu una lezione autenticamente rivoluzionaria, soprattutto nell'invito a superare l'infantilismo distruttivo di una generica volonta' rinnovatrice perfarsi carico responsabilmente dell'impegno di ''essere a favore'' di uno sviluppo civile e democratico, che non si costruisce con gli slogan, ma con la quotidiana, instancabile operosita'.

?In questa prospettiva, la vicenda del rapimento e della morte di Aldo Moro rivela tutto il suo valore tragicamente emblematico nel contrapporre al nichilismo cieco dei ''rivoluzionari contro'', quali furono i brigatisti, la fede di un ''rivoluzionario a favore'', quale Moro sempre piu' ci si rivela, nel significato storico della sua lezione politica. Il volume ci restituisce cosi' una dimensione profetica di questo grande statista. Opportunamente Ferlicchia ce lo propone anche come ''servo di Dio'',come un politico credente, sempre fiducioso nello svolgimento provvidenziale delle vicende umane e quindi portatore, anche nel suo sacrificio finale, di una ''buona novella''. Che spetta a noi adeguare al nostro tempo e preparare ad essa un terreno fertile, sul quale far germogliare buoni frutti''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4