martedì 28 febbraio | 15:37
pubblicato il 09/mag/2014 10:56

Moro: Grasso, onorarne memoria con nuovo spirito costituente per riforme

Moro: Grasso, onorarne memoria con nuovo spirito costituente per riforme

(ASCA) - Roma, 9 mag 2014 - ''Dico che se nell'atto di costruire una casa nella quale dobbiamo ritrovarci tutti ad abitare insieme, non troviamo un punto di contatto, un punto di confluenza, veramente la nostra opera puo' dirsi fallita.

Divisi -come siamo- da diverse intuizioni politiche, da diversi orientamenti ideologici, tuttavia noi siamo membri di una comunita'. La comunita' del nostro Stato e vi restiamo uniti sulla base di un'elementare, semplice idea dell'uomo, la quale ci accomuna e determina un rispetto reciproco verso gli altri''. Queste parole furono pronunciate il 13 marzo 1947 da un ragazzo di trent'anni, Aldo Moro, al quale spetto' quel giorno di illustrare all'Assemblea Costituente il progetto dei primi tre articoli nella nostra Costituzione.

Rileggendo quel bellissimo intervento non posso che fare una riflessione. I costituenti avevano alle spalle la guerra, venivano da tradizioni culturali diversissime e sostenevano idee politiche talvolta antitetiche: erano avversari ma seppero unirsi nel comune obiettivo di definire ''una formula di convivenza'' in grado di permettere l'esercizio della democrazia''. E' quanto scrive su Facebook il presidente del Senato, Piero Grasso, nell'anniversario dell'assassinio di Aldo Moro.

2Oggi, ad oltre sessant'anni da quel giorno e a esattamente trentasei dall'uccisione di Moro, stiamo riscrivendo parte di quella Costituzione. Non possiamo piu' sottrarci al compito di rendere le nostre istituzioni piu' efficienti ed in grado di affrontare le grandi sfide che si pongono davanti a noi.

Questo ineludibile impegno - aggiunge Grasso - non puo' e non deve essere materia di campagna elettorale, di rivendicazioni di parte, di personalismi. Dobbiamo recuperare il senso di responsabilita' e di rispetto, la capacita' di guardare alle future generazioni piuttosto che alle prossime elezioni e lo spirito di condivisione, nell'interesse dei cittadini, che fu proprio dei padri costituenti''.

''Questo sarebbe il miglior modo di onorare la memoria di uno statista tra piu' rilevanti della nostra storia e di rendere omaggio ad un uomo che ha pagato con la vita, e in circostanze ancora non del tutto chiarite, le sue idee e il suo impegno per la collettivita''', conclude il presidente del Senato.

red/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech