sabato 25 febbraio | 23:59
pubblicato il 04/gen/2013 12:00

Monti: Su candidabilità più esigenti legge, massimo due deroghe

Saranno valutati processi, conflitto interessi e numero mandati

Monti: Su candidabilità più esigenti legge, massimo due deroghe

Roma, 4 gen. (askanews) - Per quanto riguarderà la candidabilità degli aspiranti parlamentari che si presenteranno nella coalizione che fa capo a Mario Monti, saranno usati "criteri più esigenti della normativa" recentemente varata, saranno valutare "condanne e processi penali pendenti, conflitto di interessi, rispetto del codice antimafia, limiti legati all'attività pregressa con un massimo di due deroghe per ciascuna lista". Lo ha detto lo stesso Monti in conferenza stampa, presentando il simbolo della sua lista.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech