domenica 04 dicembre | 09:18
pubblicato il 27/set/2012 21:40

Monti non si sottrae al bis: Non mi candido ma se serve ci sarò

Bisognava rassicurare mercati, ma spero esito elettorale normale

Monti non si sottrae al bis: Non mi candido ma se serve ci sarò

Roma, 27 set. (askanews) - Che l'ipotesi fosse in campo era chiaro da tempo, ma mai Mario Monti l'aveva formulata con questa nettezza: "Se ci sarà bisogno, io sarò disponibile" a proseguire l'esperienza a palazzo Chigi anche dopo le elezioni. Ancora più chiaro: "Voglio che la comunità internazionale e i mercati sappiano che sarò sempre lì" nel caso in cui dovessero esserci "speciali circostanze". Parole pronunciate a New York, prima ospite del Council on Foreign Relations, poi in un'intervista all'emittente finanziaria Bloomberg Tv. Insieme alla disponibilità per il futuro, Monti ribadisce il punto fermo della sua posizione: "Non correrò per le elezioni, per due motivi: voglio mantenermi fuori dai partiti politici e in secondo luogo chi corre lo fa per diventare membro del parlamento e io sono già senatore a vita". Insomma, dice lo stesso premier, "nessun cambiamento di posizione". Così come dallo staff del premier affermano che le parole pronunciate oggi non sono certo una novità: "Ha detto quello che ha sempre detto: che non si candiderà alle elezioni, ma che resta a disposizione del Paese se si ritenesse di chiamarlo ancora in causa". In realtà, una novità c'è, e non da poco. Appena 15 giorni fa, in un'intervista al Washington Post rilasciata a Cernobbio, il Professore era stato molto meno tranchant su una sua disponibilità futura: "Veramente non ho ancora riflettuto su questo argomento", era stata la risposta alla domanda secca se fosse d'accordo a rimanere a palazzo Chigi se dopo le elezioni gli venisse chiesto da una coalizione di maggioranza. Un cambio di toni che gli uomini vicini a Monti spiegano così: "Sui giornali americani, e di riflesso nei mercati e nella comunità internazionale, la lettura che veniva data della posizione del Professore era troppo netta nell'altra direzione, ovvero che dopo le elezioni lui sarebbe in ogni caso uscito di scena". E dunque "bisognava spiegare che, ovviamente solo se ce ne fosse bisogno, lui non si tirerebbe indietro". Dunque la sottigliezza della impossibilità di una candidatura ("Si corre per entrare in Parlamento, e io sono senatore a vita") ma al tempo stesso di un possibile ritorno a palazzo Chigi, andava spiegata più chiaramente. Nulla a che vedere con coincidenze interne, dunque - assicura una fonte di governo che pure sarebbe favorevole ad un Monti bis - come ad esempio il lancio di Pier Ferdinando Casini delle liste per Monti: "Che a lui possa non dispiacere restare, è una possibilità. Che lavori per farlo, non credo. Piuttosto contava la sede dove quelle parole sono state pronunciate". Appunto per rassicurare i mercati. Restano dunque le parole del premier: la prima opzione di Monti, giura lui stesso, è quella di chiudere con palazzo Chigi al termine della legislatura: "Spero ci sarà un risultato chiaro con una chiara possibilità di formare una maggioranza e un Governo guidato dai leader di questa maggioranza. Dopo le elezioni la normalità sarebbe che i partiti politici consultati dal presidente suggerissero la scelta di un primo ministro che è parte della loro coalizione. Quella persona non sarò io", visto che ribadisce di non voler far parte di alcun partito o coalizione. Ma "dovessero esserci speciali circostanze, che spero non ci saranno, e mi sarà chiesto, considerei la situazione seria". E dunque "se si pensasse che potrei servire ed essere d'aiuto dopo il periodo delle elezioni io ci sarò".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari