martedì 28 febbraio | 18:12
pubblicato il 28/gen/2013 09:20

Monti: non ho mai criminalizzato la Cgil

Monti: non ho mai criminalizzato la Cgil

(ASCA) - Roma, 28 gen - Mai criminalizzato la Cgil. Lo assicura il presidente del Consiglio dimissionario Mario Monti riferendosi ad alcune affermazioni fatte da lui stesso sui sindacati la scorsa settimana a Davos e interpretate successivamente dall'ex premier Massimo D'Alema come una criminalizzazione del sindacato, in particolare della Cgil.

''Caro Massimo, caro presidente D'Alema - dice Monti intervenendo a Omnibus su La7 - lei mi offende un po': voi che siete vecchi, nel senso nobile di senior, di consumati politici, mi insegnate che criminalizzare i sindacati sarebbe esso stesso criminale. Sono convinto che il sindacato ha avuto, ha e avra' un ruolo determinante in Italia''. D'Alema, continua Monti, ''ha seguito troppo da vicino il lavoro del governo, insieme al Pd, per ignorare quanto e' stato fatto contro le rendite corporative e contro l'evasione fiscale''.

njb/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
L.elettorale
Finocchiaro:indispensabile nuova legge elettorale maggioritaria
Mdp
Nasce gruppo Mdp Camera con 37 deputati, Laforgia presidente
Pd
Battezzati i gruppi Mdp, scissione Pd formalizzata in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech