domenica 04 dicembre | 21:39
pubblicato il 01/feb/2013 16:38

Monti e Riccardi "pazzi per la pizza" a Napoli

Il premier nel locale "La Caffettiera" mangia con gusto

Monti e Riccardi "pazzi per la pizza" a Napoli

Napoli, (askanews) - Una fetta di pizza per spezzare la fame in attesa di incontrare gli esponenti della società civile napoletana. Il presidente del Consiglio Mario Monti sceglie il bar "La Caffettiera" di piazza dei Martiri come tappa della visita in città: per l'occasione gli viene offerta una pizza preparata dal ristorante Umberto e intitolata a lui. Il premier e il ministro Riccardi ne addentano un'altra, e il titolare si merita i complimenti.Il presidente del Consiglio sembra gradire, tanto che addenta anche il resto della pizza rimasto sul piatto e scherza con i presenti, che gli propongono di portarla a Roma nel viaggio di ritorno. Mentre si chiacchiera allegramente, Monti finisce di mangiare con calma lo spuntino, sino a finirlo.All'uscita dal locale Monti mostra la pizza a lui intitolata, ancora intera, scherzando con il pizzaiolo. "L'abbiamo fatta insieme". Poi Riccardi gli presenta una candidata napoletana.

Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari